Processo Mediaset, Berlusconi condannato ma la Borsa non se ne accorge

I titoli Mediaset, Mediolanum e Mondadori chiudono in rialzo. Contraddizione? No, la sentenza Mediaset non incide affatto sui conti delle società

borsa-milano

Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano (Credits: ANSA/BERNARDINATTI)

Berlusconi è stato condannato a quattro anni per frode fiscale nei confronti dello Stato nell'ambito della sentenza Mediaset pochi minuti prima delle 20. I mercati, la Borsa, avevano già chiuso in rialzo del 2% spinti soprattutto dalle buone notizie provenienti nel primo pomeriggio dalla Bce e da Mario Draghi che hanno lasciato i tassi allo 0,5% e hanno parlato di una possibile lenta ripresa a partire dalla fine del 2013.

Ma se si guardano i titoli della galassia Berlusconi, la prima reazione è di stupore. Nonostante i timori (poi confermati) di una condanna di Berlusconi le azioni Mediaset hanno chiuso in rialzo del 2,5%, le Mediolanum in crescita dello 0,79% e le Mondadori di un più modesto 0,2%.

mediaset.jpg

Cosa è successo? Niente di speciale se non il fatto che la sentenza Mediaset non ha alcun tipo di ricaduta diretta sulla società che, anzi, da un anno a questa parte ha messo a segno un +130% e oggi ha registrato una crescita delle quotazioni forte dei risultati semestrali che, sebbene negativi (utile sceso a 30 milioni dai 42,8 di un anno fa e ricavi a 1,73 miliardi da quasi 2), sono migliori alle attese: positiva la redditività operativa passata dal 7,3% al 7,7% e positiva (per i mercati e gli investitori) la decisione di un rifinanziamento attraverso l'emissione di un bond da 500 milioni di euro. Il che, agli occhi del mercato, significa nuova liquidità in cassa e/o abbattimento del debito. Insomma, un sostegno all'impresa da parte degli azionisti (Mediaset è partecipata al 42% da Fininvest ma Silvio Berlusconi non ha alcuna carica operativa in azienda).

Come dire: quanto accade nelle aule giudiziarie in questo caso non va a impattare di un euro il bilancio Mediaset. E il mercato distingue bene e cinicamente le cose.

TUTTO SULLA VICENDA MEDIASET

© Riproduzione Riservata

Commenti