Soldi

Polizze auto, perché sempre più italiani le pagano a rate

Esigenze di serenità e di programmare meglio le spese spingono molte famiglie e scegliere i pagamenti dilazionati. I risultati di una ricerca di UnipolSai

Andrea Telara

-

In contanti o a rate? Di fronte a questo interrogativo, molti nostri connazionali non hanno dubbi: meglio scegliere i pagamenti dilazionati che permettono di dormire sonni un po' più tranquilli, senza l'ansia di dover tirare la cinghia per far quadrare il bilancio familiare. A rivelarlo è un'indagine dell'Osservatorio di UnipolSai 2015, commissionata all'istituto Nextplora.


Prestiti, come scegliere i migliori


Secondo la ricerca, realizzata su un campione di oltre 4mila intervistati, più del 22% dei nostri connazionali dichiara di pagare a rate per esigenze di “sicurezza”, cioè per non fare il passo più lungo della gamba e per non cimentarsi in una spesa troppo impegnativa. Un altro 15% paga a rate per avere la soddisfazione di poter realizzare con tranquillità e senza ansie un acquisto che ritiene importante. Infine, c'è un ulteriore 15% degli intervistati che si dichiara più sereno proprio grazie alle rate, non dovendo rinunciare ad altre spese importanti. In totale, più del 52% dei consumatori che scaglionano nel tempo i pagamenti prova una sensazione di sicurezza, soddisfazione e serenità. Soltanto il 31%, invece, vede con ansia le rate da saldare.


Rc Auto: come riuscire a risparmiare, con le polizze più care d'Europa


Dalle rilevazioni dell'Osservatorio di UnipolSai, emerge poi una crescente propensione degli italiani a pagare in maniera dilazionata. Se oggi il 15% degli intervistati dichiara di utilizzare i piani di rimborso rateale ogni volta che può (anche per beni o servizi non molto costosi), questa quota sembra destinata ad aumentare nei prossimi anni. Oltre il 31% del campione preso in esame, infatti, si dice intenzionato a usufruire della rateizzazione in futuro, non appena sarà possibile, con un picco nella fascia di età compresa fra i 45 ed i 54 anni (35%).


Prestiti in ripresa, chi offre le migliori condizioni


Tra le spese per cui vengono utilizzati più spesso i pagamenti dilazionati, al primo posto c'è l'acquisto dell'automobile (71%), seguito da quello dei beni e dei servizi per la casa (62%). Al terzo posto (con una quota del 30%), si piazza la sottoscrizione delle polizze RcAuto contro gli incidenti stradali.“Il pagamento rateale sta diventando uno strumento di acquisto sempre più familiare per gli italiani”, sostiene Franco Ellena, direttore generale di UnipolSai, che sottolinea come ormai questa modalità di fare spese non riguardi più soltanto i beni e i servizi con valore elevato, ma anche quelli che costano qualche centinaia di euro come le polizze del ramo danni.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tassi allo 0,5%. Cosa cambia dopo il taglio di Draghi, per mutui, prestiti e depositi

La Bce riduce al minimo storico il costo del denaro. Ecco le conseguenze (poche) per l'economia e i risparmiatori

Cassa depositi e prestiti, chi vuole la cassaforte d’Italia

Politici, banche e Tesoro sono impegnati in una partita sotterranea per mettere le mani sulla Cassa depositi e prestiti. Ma Saccomanni gioca d’anticipo

Mutui, prestiti e depositi: chi guadagna e chi perde con i tassi quasi a zero

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto di voler tener basso per molto tempo il costo del denaro. Ecco cosa aspettarsi per i debiti e i risparmi

Equitalia, ecco le nuove regole per la rateazione

In futuro sarà possibile richiedere il pagamento dilazionato anche solo per alcune parti del proprio debito con il fisco

Commenti