I 7 corsi delle università americane per lanciare una start-up

Ecco gli indirizzi giusti dove mettersi in gioco con un approccio pratico al business

Università

Una lezione all''università - 27 marzo 2018 – Credits: iStock - skynesher

Stefania Medetti

-

Alcune fra le più prestigiose università americane si fanno notare per la capacità di “produrre” imprenditoriAdesso, Forbes ha individuato gli atenei e i corsi più utili per chi intende lanciare una start-up di successo. Ecco quali sono.

1. Harvard

Uno fra i corsi base della business school di Harvard è “Field immersion experiences for leadership development” (Esperienze di immersione sul campo per lo sviluppo della leadership) che aiuta gli studenti a costruire una mentalità imprenditoriale. Durante il secondo anno, gli iscritti possono partecipare a FieldX, un corso che dà la possibilità di sviluppare sul campo un progetto di business in piccoli gruppi. Da queste classi sono nate società come Rent the runaway, Lovepop e Noken.

2. Mit

Alla Mit Sloan School of Management, Bill Allen, managing director dell’Entrepreneurship Center e imprenditore seriale tiene il corso intitolato “New Enterprises” (Nuove imprese) per la formazione di nuovi imprenditori. Sotto la sua guida, hanno visto la luce imprese come Hubspot e PillPack.

3. Tufts University

La cultura imprenditoriale dell'università del Massachusetts è cresciuta significativamente negli ultimi anni e il numero di società che operano dal Tufts Venture Lab è quasi raddoppiato nel 2017. Fra i così più popolari, Entrepreneurial Leadership Studies (Studi sulla leadership imprenditoriale) è condotto da Mark Ranalli, decano associato e direttore esecutivo di Tufts Gordon Institute che richiede ai suoi studenti di lanciare un nuovo business o lavorare come consulente in una start-up.

4. Chicago University

L'Università di Chicago ha cominciato a farsi notare come hub per le start-up. GrubHub e Braintree, per esempio, sono nate nel campus. Uno dei corsi per imprenditori è “Special topics in entrepreneurship: developing a new venture” (Temi particolari dell’imprenditorialità: sviluppare una nuova impresa). Il corso è disegnato per aiutare i team di studenti a sviluppare il proprio business plan e a lavorare con venture capitalist, imprenditori e investitori.

5. Cornell Tech

Fondata nel 2012, Cornell Tech è una divisione dell’omonima università di New York focalizzata sulla tecnologia che ha guadagnato velocemente la reputazione di uno fra i campus più aperti all’imprenditorialità. Uno dei corsi più interessanti è Startup Studio che dà la possibilità a gruppi di studenti di sviluppare un'idea che parteciperà a Startup Awards, la competizione dell'università che fornisce fondi alle idee più innovative.

6. Harvard

Molti degli imprenditori tecnologici si fanno le ossa al corso “Introduction to computer science” (Introduzione alle scienze informatiche) per poi passare a Startup RAD che aiuta gli studenti a pensare e ad agire come il fondatore di una start-up all'interno di una comunità di pari e con il supporto di un coach.

7. Princeton

Con tutta probabilità, High Tech Entrepreneurship (Imprenditorialità high tech), guidato dall’imprenditore seriale Chris Kuenne, è è il corso più blasonato dell’università per chi vuole lanciare una nuova impresa. Sotto la sua guida, gli studenti ideano e commercializzano un’impresa e, verso la fine dell’anno, sono messi in contatto con una start-up per cui devono realizzare il pitch deck, il documento sintetico del prodotto e del modello di business utilizzato per presentarsi agli investitori.

Per saperne di più:

- 8 idee di business strane ma di successo

- La storia di Aldo, professore italiano nella Silicon Valley russa


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Torino, gli imprenditori: "Noi come territorio siamo un'eccellenza"

Perchè gli imprenditori italiani sono degli "eroi"

Combattono contro una burocrazia elefantiaca, un fisco vessatorio e uno Stato assente. Potranno farcela da soli?

IBM incontra gli imprenditori: "La strada per il futuro è l'industria 4.0"

Commenti