equitalia
(Cerroni/Imagoeconomica)
equitalia
Economia

Sms Equitalia, ecco come funziona il servizio di alert

I messaggi informeranno i contribuenti sull’attivazione di una cartella esattoriale e sullo stato di pagamento delle eventuali rate

Fornire un servizio per poter essere al fianco dei cittadini e non contro: è questo lo spirito con cui Equitalia ha reso operativo il sistema di sms battezzato “Se mi scordo” con cui informerà tempestivamente i contribuenti sulle proprie incombenze fiscali. Lo potremmo definire forse uno degli ultimi atti di distensione dell’ente di riscossione, entrato nell’immaginario degli italiani come l’emblema di un fisco arcigno e poco collaborativo, che dall’anno prossimo chiuderà i battenti per essere assorbito dall’Agenzia delle entrate. Ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche del servizio “Sms – Se mi scordo” e quali sono i tre tipi di messaggio che un contribuente potrà ricevere da Equitalia.

Carta canta e sempre canterà

Innanzitutto è bene precisare, come ha chiarito la stessa Equitalia, che gli sms di allerta su eventuali scadenze tributarie sono messaggi puramente informativi e non potranno in nessun modo sostituire la notifica scritta di un atto. Questo significa che gli sms non avranno alcun valore giuridico nel rapporto tra gli utenti ed Equitalia, e tra l’altro, potranno essere revocati in qualsiasi momento.

Primo tipo sms

Nella sua prima formula il messaggio proveniente da Equitalia informerà il contribuente sul fatto che l’ente di riscossione ha preso in carico un debito per conto di una delle 6.700 amministrazioni pubbliche per cui opera. Cartelle che dunque possono fare riferimento tra l’altro all’Agenzia delle entrate, all’Inps, all’Inail, ma anche a Comuni, Province, Regioni e ordini professionali.

Secondo modello

Una seconda tipologia di sms invece riguarderà i piani di rateizzazione concessi al contribuente. Il messaggio avviserà che non risulta pagata almeno la metà del numero massimo delle rate previste per la decadenza dal beneficio della rateizzazione.

Terzo tipo di messaggio

In questa ultima versione invece l’sms dell’ente di riscossione comunicherà che manca solo una rata prima di decadere dal piano di rateizzazione concordato con la stessa Equitalia. In questo caso, come d’altronde anche per tutti gli altri, sarà comunque sempre possibile verificare la propria posizione nell’area riservata del sito di Equitalia.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti