Economia

Siena si lascia alle spalle il Monte e si lancia nel marketing

La città toscana si sta attrezzando per valorizzare i suoi punti di forza, mettendo al centro la promozione del turismo e della cultura

Siena-apertura

Gianluca De Maio

-

Il nostro settimanale segue con attenzione e monitora le varie province italiane, soprattutto quelle che sono state colpite da crisi industriali ed economiche. Tra queste quella che suscita particolare interesse è Siena che ha vissuto la crisi della banca Monte dei Paschi. Prima c’era babbo Monte, ora tutto va ridisegnato per risollevare l’economia e rilanciare il territorio. I segnali che arrivano da alcune istituzioni ma anche dal settore privato lasciano ben sperare in una ripresa, superando soprattutto quella frustrazione per non avere più una banca e una fondazione che erano tra le più patrimonializzate d'Italia. Non a caso, con le amministrative del 2018, gli elettori senesi hanno punito il candidato del Pd e il nuovo sindaco di Siena, l’avvocato Luigi De Mossi, dopo la vittoria elettorale ha iniziato il nuovo corso per superare il modello economico che era quasi tutto bancocentrico per rilanciare la città seguendo nuovi filoni di sviluppo, puntando soprattutto sul turismo e sulla cultura. Per dare impulso all'attività culturale, il sindaco De Mossi, ha dato l’incarico di direttore artistico dei teatri di Siena al famoso attore e regista Alessandro Benvenuti. Per quanto riguarda il turismo, proprio per attrarre il turismo di ritorno ,c’è la nuova card turistica ideata dal Comune di Siena, «Si you again».

Opportunità per tutti

Sul fronte privato, invece, si registra l’attivismo della società «Siena in Vetrina» che è anche un brand registrato, una società che ha tra i soci Alberto Lorenzetti, Luisa Massari, Filippo Della Santina e Luca Lorenzetti, che in sinergia con lo Studio immobiliare Marzocchi e avvalendosi della collaborazione di Elettra Palazzesi dell’agenzia di comunicazione senese Pop Comm, del notaio Andrea Pescatori e dell’architetto Tornesi Samuele, coniuga l'attività commerciale con la promozione del territorio. Alberto Lorenzetti, il «grande vecchio» della compagnia lo dice chiaramente: «Ci dobbiamo rimboccare tutti le maniche e se si costruisce una sinergia tra tutti gli attori pubblici e privati per promuovere il nostro territorio, le opportunità ci sono per tutti». Tra l’altro, continua sempre Lorenzetti «nei prossimi mesi inaugureremo la nuova sede dello Studio Marzocchi e nei prossimi giorni saremo tra i protagonisti del rilancio di una importante zona della città con una riqualificazione immobiliare».

Puntare all’internazionalizzazione

Gli fa eco Carlotta Salvini (Hospitality & Retail manager presso l'azienda vitivincola Fèlsina), premiata di recente come miglior sommelier del Centro Italia: «Il nostro è un territorio di una bellezza unica e ora serve uno scatto in avanti con l’internazionalizzazione ed eventi rinnovati per renderlo sempre più attrattivo». E sempre Siena in Vetrina, avvalendosi della collaborazione della start-up Tuscan Style (amministratore unico Andrea Sansoni e direttore Federico Minghi), ha partecipato a due eventi importanti, il Festival del cinema di Cannes e Pitti immagine uomo 2019, oltre ad aver avviato dei contatti a Taiwan. Seguendo il filone dell’internazionalizzazione e dell’innovazione, a Poggibonsi, sempre in provincia di Siena, è stato inaugurato il nuovo corso del Centro sperimentale del mobile con l’elezione del nuovo presidente Piero Pii.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965