grecia-tsipras
LOUISA GOULIAMAKI/AFP/Getty Images
grecia-tsipras
Economia

Il salvataggio della Grecia: le tappe

Dal 28 febbraio al 20 agosto tutte le scadenze che interessano Atene, il debito greco e il rispetto degli accordi con l'Europa

Il via libera dell'Eurogruppo alle riforme di Atene, e quindi all'estensione di quattro mesi del programma di aiuti, non conclude il percorso che porterà al prossimo esborso e poi al nuovo programma. Di seguito le prossime tappe.

LEGGI ANCHE: IL VIA LIBERA ALLA GRECIA

LEGGI ANCHE: L'ACCORDO CHE NON CONCLUDE NIENTE

LEGGI ANCHE: COSA MANCA NELLA LETTERA DELLA GRECIA

28 febbraio

I Governi di Germania, Finlandia, Slovenia e Olanda devono far approvare la proroga del programma di salvataggio greco ai loro Parlamenti. Preferibilmente entro il 28, giorno in cui scade il programma attuale.

5 MARZO

La Bce dovrebbe riaprire i rubinetti alle banche greche, ripristinando le agevolazioni sulle garanzie sui titoli di stato

25 MARZO

Atene dovrà rimborsare 4,3 miliardi di titoli di Stato in scadenza (sono 28 miliardi in totale nel 2015) e 1,5 miliardi di prestiti all'Fmi.

30 APRILE

È il giorno in cui è attesa la lista completa delle riforme che il Governo intende varare. Se convincerà l'ex Troika, l'Eurogruppo darà il via libera alla nuova tranche di aiuti. E avvierà il negoziato su un nuovo programma di assistenza, il terzo.

20 LUGLIO

Il governo di Tsipras dovrà rimborsare alla Bce 3,5 miliardi di euro di titoli detenuti da Francoforte in scadenza.

20 AGOSTO

È atteso il rimborso di altri 3,2 miliardi di titoli detenuti dalla Bce

Ti potrebbe piacere anche

I più letti