Icone social
iStock - rvlsoft
Icone social
Economia

Reputazione online: Cairo primo, Marchionne rimonta

Ecco quali sono i manager che mietono consensi nello spazio digitale

La classifica

Reputation Manager, società specializzata nell’analisi della reputazione dei brand e delle figure di rilievo pubblico nei canali online, ha reso noti i risultati dell’ultima classifica sulla reputazione dei manager italiani. Il ranking, relativo al periodo dicembre 2016 - gennaio 2017, è stato messo a punto prendendo in considerazione quattro macro-aree: l'immagine percepita, ricavata da indicatori come i suggest e le ricerche correlate; la presenza enciclopedica, la presenza sui canali del web, come news e menzioni, ma anche blog e social network. Ecco di seguito chi occupa le prime dieci posizioni.

 

10 - Marco Tronchetti Provera: 49,1

Marco Tronchetti Provera

ANSA

Con un punteggio di 49,1 su 100, l’amministratore delegato e vice presidente esecutivo Pirelli chiude la top ten.

 

9 - John Elkann: 49,7

John Elkann John Elkann. New York, 21 ottobre 2015 Andrew Burton /Getty Images

Il presidente Fiat Chrysler Automobile e Fca Italy è al nono posto.

 

8 - Remo Ruffini: 52,6

Remo Ruffini, presidente e direttore creativo del noto marchio di piumini Moncler, quotato il 16 dicembre 2013

Imagoeconomica

Ottavo posto per il presidente e amministratore delegato Moncler.

 

7 - Claudio Descalzi: 56,2

L'ad del gruppo Eni, Claudio Descalzi Ansa

La reputazione dell'amministratore delegato Eni sconta lesività generate dallo scandalo delle tangenti in Nigeria.

 

6 - Andrea Bonomi: 56,3

andrea-bonomi Andrea Bonomi presidente di Investindustrial Olycom

Forte crescita per il presidente di Investindustrial che, grazie all’acquisto del 3% del capitale di Tod’s, conquista 8,45 punti e guadagna ben otto posizioni

 

5 - Flavio Cattaneo: 60,8

Amministratore delegato Telecom Italia

Daniele Scudieri / Imagoeconomica

Quinta posizione per l’amministratore delegato di Telecom Italia. 

 

4 - Diego Della Valle: 63,4

della-valle Diego Della Valle, fondatore di Tod's GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images

La notizia dell’acquisizione delle quote di Tod’s da parte di Andrea Bonomi ha giovato anche al presidente, amministratore delegato e azionista di maggioranza di Hogan e Tod’s. Diego Della Valle, infatti, risale di due posizioni con +3,86 punti. Un altro tema positivo per la reputazione online dell’imprenditore marchigiano è il progetto di una nuova fabbrica ad Arquata del Tronto, località recentemente colpita dal terremoto, con l'obiettivo di ridare “lavoro e speranza”.

 

3 - Giuseppe Recchi: 66,7

Recchi-Giuseppe Giuseppe Recchi, presidente esecutivo Telecom Italia Fondazione TIM

Il presidente esecutivo del gruppo Telecom Italia perde una posizione. Il calo del punteggio (-3,30) è dovuto a volumi di notizie inferiori rispetto agli altri manager. Durante l’ultimo periodo di analisi, infatti, le notizie su Recchi erano riconducibili principalmente alle dichiarazioni sulla vicenda Mediaset-Vivendi.

 

2 - Sergio Marchionne: 72,2

Gp-cina-2016 Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, al Gp di Cina 2016 Clive Mason/Getty Images Sport

L’amministratore delegato Fiat Chrysler Automobiles e Ferrari rimane al secondo posto con +1,16 sulla rilevazione precedente. Se lo scandalo dieselgate è stato l’argomento più rilanciato dalle testate online, questo (nonostante alcune lesività) non ha influito negativamente sul punteggio finale e sulla posizione in classifica, grazie ai contenuti positivi - gli investimenti negli Stati Uniti, la conferma del mantenimento degli obiettivi strategici, la rapida ripresa in Borsa dopo lo scandalo emissioni e i rapporti collaborativi con il nuovo presidente Trump - che hanno bilanciato il punteggio finale. Anche le dichiarazioni ufficiali rilasciate da Marchionne nelle prime ore dello scandalo diesel hanno protetto la percezione del manager, mentre hanno impattato maggiormente sul brand Fca.

 

1 - Urbano Cairo: 75,8

Urbano Cairo Urbano Cairo alla presentazione dei palinsesti di La7 ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

Il presidente di Cairo Communication, Rcs MediaGroup e Torino FC guadagna 2,26 punti e mantiene la prima posizione. I temi rilevanti per la sua identità digitale riguardano principalmente il rispetto da parte di Rcs dei tempi stabiliti (fine 2016) per rimborsare la rata da 25 milioni di euro alle banche e l’elezione a imprenditore dell’anno 2016 secondo la testata Milano Finanza, scelto tra oltre sessanta fra banchieri, avvocati e imprenditori.

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti