Economia

Rc Auto familiare: chi ci guadagna e quanto

L'emendamento approvato in Commissione Bilancio potrebbe far risparmiare fino al 53% sulle assicurazioni automobilistiche

traffico

Barbara Massaro

-

Un risparmio di oltre il 50%. Con l'estensione della cosiddetta Rc auto familiare a tutti i tipi di veicoli e non sono quelli dello stesso genere le famiglie italiane, in tema di assicurazioni automobilistiche, a partire dal prossimo rinnovo, potranno tirare un sospiro di sollievo.

Cosa propone l'emendamento approvato in Commissione

Se l'emendamento a firma pentastellata verrà approvato in via definitiva e quindi verrà convertito in legge all'interno del Decreto Fiscale all'esame di Montecitorio si prospetta un'autentica rivoluzione per il settore auto.

La nuova legge, infatti, garantisce di equiparare la fascia assicurativa di tutti i veicoli posseduti da un nucleo familiare in maniera che l'intera famiglia paghi lo stesso premio assicurativo e cioè il meno caro. Per fare un esempio: se un padre di famiglia possiede una berlina assicurata in prima fascia e la madre un'utilitaria di quinta fascia, mentre i due figli hanno rispettivamente un motorino in quattoridicesima fascia e una moto in decima l'intera famiglia passerà, dal prossimo rinnovo, in prima fascia acquisendo di diritto la fascia del padre anche se i veicoli sono differenti (auto, moto e scooter).

Quanto si andrebbe a risparmiare

Il portale comparativo Facile.it ha fatto due conti confrontando i prezzi delle assicurazioni di Milano Bologna e Firenze ed è arrivato a calcolare che un nucleo di 4 persone con due auto in prima fascia e due scooter in quattordicesima fascia andrebbe a risparmiare fino al 53% sulle spese assicurative annue.

A Milano, ad esempio, il costo medio totale per una famiglia sarebbe di oltre 1.430 euro l’anno. Se la nuova normativa venisse approvata in via definitiva la classe di merito maturata sull’auto di prima fascia passerebbe anche ai motorini dei figli permettendo alla famiglia in questione di tenersi in tasca 690 euro, vale a dire circa il 48% di quanto spenderebbe oggi.

A Firenze la spesa assicurativa totale annua - allo stato dei fatti - sarebbe di 2.000 euro e quindi un nucleo familiare risparmierebbe il 53%, oltre 1.000 euro. A Bologna - terza città campione presa in esame, in tasca a una famiglia resterebbero 810 euro, ovvero il 48% di quanto messo a budget oggi

Le differenze nord sud

A guadagnare di più sarabbero le città del sud Italia visto che sono quelle dove il conto dell'assicurazione auto è più salato.

Secondo i dati riportati da Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) nel 2018 l’assicurazione Rc Auto è costata  una media di 333 euro. 

A livello geografico, l’importo più basso si è registrato a Bolzano dove sono bastati 236 euro mentre quello più alto è stato rilevato a Napoli, dove una polizza base arriva a costare 493 euro l'anno.

Complessivamente le polizze pagate nel 2018 hanno avuto un valore di 10,6 miliardi di euro, con un incremento dell’1% rispetto al 2017.

Condicio sin equa non per accedere alla polizza famigliare è però quella di non aver avuto sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni.

Secondo il relatore dell'emendamento, il deputato pentastellato Andrea Caso, di Napoli, la nuova Rc Familiare "Avrà un notevole impatto sull’economia delle famiglie: stimiamo un risparmio fra il 30 e il 40% sulle polizze Rc auto".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Prezzi Rc auto, perché continuano gli aumenti

A influire sono le differenze regionali, con alcune realtà come il Friuli Venezia Giulia dove i rincari ad agosto hanno superato il 6%

Rc auto 2018, ecco perché i prezzi aumentano

Le compagnie assicurative cercano nuovi margini dopo un lungo periodo in cui le tariffe sono sensibilmente calate

Rc auto: ecco come funzioneranno gli sconti obbligatori

Dal prossimo 10 luglio, gli automobilisti virtuosi che accetteranno di adottare la scatola nera, otterranno riduzioni dei prezzi delle polizze

Rc auto, dove costa di più

In assoluto è la Campania la Regione dove si paga di più, ma l’incremento più consistente negli ultimi sei mesi c’è stato in Valle d’Aosta

Rc auto, ecco perché in Italia i prezzi sono più alti

Le nostre polizze costano 138 euro in più della media Ue, anche a causa delle pesanti aliquote fiscali sui premi

Commenti