Royal baby, un erede che vale un tesoro

La sola nascita del figlio di Kate & William ha fatto girare finora 243 milioni di sterline. Ma siamo solo all'inizio

Royal Baby: i primi gadget (Credits: GettyImages)

Cinzia Meoni

-

Finalmente è nato il royal baby, terzo nella successione al trono inglese ed erede di un patrimonio valutato 1 miliardo di sterline. La Gran Bretagna è in delirio. I festeggiamenti sono in corso da ore. E a ragione: il lieto evento genererà milioni di sterline. Magari non subito come invece accaduto con Londra 2012 (le Olimpiadi, secondo primi studi hanno portato investimenti stranieri per 2,5 miliardi di sterline), ma un dato è certo: nel corso degli anni il principe assicurerà fiumi di vendite per tutti coloro che troveranno il modo di cavalcare il tema e utilizzarne l'immagine.

I discendenti al trono di San Giacomo finora si sono sempre dimostrati piuttosto democratici sull’utilizzo della propria immagine, stampata su gadget di ogni genere, molto di più comunque del Comitato Olimpico che, la scorsa estate, aveva blindato l’utilizzo dei cinque cerchi. Per di più c'è da scommettere che il royal baby erediterà il tocco di Re Mida dei genitori e che trasformi in oro il passeggino di oggi e l’auto di domani. Qualche anno fa la scelta del passeggino per Harper, figlia dell’ex Spice Girl Victoria Beckam, aveva fatto triplicare le vendite della società produttrice… figuriamoci quel che può fare un erede al trono, per di più figlio di quella Kate Midlleton che è riuscita a fare degli abiti premaman dei blockbuster.

Stando alle stime del Centre for Retail Research (CRR), il royal baby porterà fin sa subito un giro d’affari di circa 243 milioni di sterline. Il primogenito di William e Kate farà spendere agli inglesi 62 milioni di sterline in champagne e prosecco; 25 milioni in cibo; 56 milioni in souvenir e 24 milioni in giocattoli e ben 76 milioni in libri e dvd. Cinque milioni di inglesi, stando alle stime, compreranno qualsiasi genere di souvenir legati alla nascita dell’erede al trono. Senza considerare poi che il lieto evento aumenterà prevedibilmente le visite a castelli reali e monumenti (dalla Torre a Windosor Castle, da Buckingham Palace a Hampton Court) generando quindi ulteriori introiti.  

I precedenti fanno ben sperare. Il matrimonio di William e Kate del 29 aprile del 2011 ha generato 521 milioni di sterline di incassi (156,5 milioni in party e bottiglie, 199 in souvenir, 61,5 milioni extra spesi dai turisti rispetto ai dati medi, e 110 in shopping ulteriore). L’indotto legato al turismo è stato poi anche maggiore. Simili le stime per il Giubileo di Diamante celebrato lo scorso anni dalla Regina Elisabetta.
Visti i numeri, la corona si dimostra ogni giorno di più un ottimo affare per gli inglesi. Stando alle stime riportate da Zerohedge, il costo dell’intera famiglia reale inglese è pari a 40 milioni di sterline l’anno (si consideri che il Quirinale nel 2012 è costato, nel suo complesso 228,5 milioni di euro), 20 volte in meno del costo della Casa Bianca e con una capacità di generare fatturato decisamente superiore.

© Riproduzione Riservata

Commenti