padoan
Economia

Padoan: "Siamo insoddisfatti della crescita 'zero virgola'"

Intervenuto al meeting di Rimini, il ministro dell'Economia ha spiegato il suo disagio per il quadro economico generale

Incide la pesante crisi degli ultimi anni, ma è anche vero - sottolinea il ministro dell'Economia - che "da venti anni l'Italia non ha tassi di crescita all'altezza, da venti anni non si sono affrontati ostacoli strutturali alla sua crescita". Servono interventi, avverte il ministro dell'Economia, "che portino a cambiare il comportamento di tutti noi, delle imprese e delle famiglie.

Questa è la vera sfida della politica economica, che ha una dimensione molto sociale: funziona se cambia il modo come ci si comporta tutti i giorni". E bisogna "ricreare fiducia. Non basta avere stimoli giusti per investire o per accumulare ricchezza per i nostri figli, serve anche la convinzione che ne valga la pena. Solo così si crea la crescita".

Lo "sforzo del Governo" va "collocato in un contesto ampio": il ministro accenna a "pilastri diversi", e senza "un ordine di importanza: innanzitutto la grande agenda di riforme strutturali, i problemi sono tanti e interconnessi.

Jobs act per migliorare il mercato del lavoro, giustizia civile, pubblica amministrazione, scuole." Poi, "il secondo capitolo: la finanza pubblica. L'enorme onere del debito richiede una enorme entità di risorse destinate a ridurlo e pagarne gli interessi "Terzo elemento", aggiunge il ministro dell'Economia: "Gli investimenti pubblici. Che ci facciamo? Quali progetti finanziamo? Quanto ci mettiamo a realizzarli, mesi o decenni? Sono cose che servono o no? Sono fatti nei posti giusti o nel posto sbagliati E c'è, dice Padoan alla platea del Meeting di Rimini che applaude, "il punto di forza gigantesco dell'Italia, quello di essere la frontiera dell'innovazione", in un momento in cui, c'e' "l'occasione irripetibile di combinarla con possibilità di finanziarla che l'esaltano: una azione collettiva, con banche e imprese che può essere messa in moto e accelererebbe molto la crescita". (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti