Prestiti, come scegliere i migliori

Continua il calo dei finanziamenti bancari mentre i tassi d'interesse italiani sono tra i più alti d'Europa. Con un po' di attenzione, però, si può risparmiare sulle rate

Luigi Mistrulli / Imagoeconomica

Andrea Telara

-

Ancora in calo, anche se a ritmi meno sostenuti rispetto a qualche mese fa. E' l'andamento registrato a ottobre dai prestiti bancari erogati in Italia. A rilevarlo è l'ultimo bollettino mensile dell'Abi, che lascia qualche barlume di speranza per il futuro. Il volume dei finanziamenti, infatti, presenta ancora un trend in discesa (- 3,8% su base annua), ma evidenzia anche un dato leggermente migliore rispetto a quello di settembre (quando il calo è stato nell'ordine del 3,9%).

I MUTUI,  I PRESTITI E I TASSI A ZERO

La nota dolente del mercato del credito italiano è rappresentata ancora dal livello dei tassi d'interesse che, nel nostro paese, sono tra i più alti d'Europa. Per i prestiti fino a 1 milione di euro destinati alle società non finanziarie, l'Abi rileva un tasso medio di mercato del 4,34% su base annua, contro il 3,74% che si registra nel resto del Vecchio Continente. Per non parlare poi dei finanziamenti erogati alle famiglie: secondo la Banca Centrale Europea, gli italiani che si indebitano per l'acquisto rateale dei beni di consumo (dall'automobile agli elettrodomestici) pagano in media una quota di interessi annua superiore al 9,5%, contro meno del 5% registrato invece in altre nazioni del Vecchio Continente come la Francia e la Germania.

A Sud delle Alpi, insomma, le rate dei prestiti sono indubbiamente più pesanti che nel resto d'Europa. Con un po' di attenzione, però, le famiglie e i consumatori di tutta la Penisola possono trovare anche dei finanziamenti che costano sensibilmente meno della media del mercato e che hanno un tasso inferiore al 7-8% annuo. Per individuarli, è bene servirsi dei preventivatori online, cioè i siti internet come Facile.it , PrestitiOnline , Supermoney e PrestitiSupermaket , che permettono di confrontare tra loro condizioni proposte dalle maggiori banche e società di credito al consumo italiane.

Per un debito da 10mila euro rimborsabile in 5 anni e destinato all'acquisto dell'auto, per esempio, nel sito di PrestitiOnline, vengono selezionati quattro prodotti con un taeg (tasso annuo effettivo globale) inferiore all'8%. Il finanziamento più conveniente in questo momento è il prestito personale di Cofidis che, per il rimborso di 10mila euro in cinque anni, richiede il pagamento di una rata di 196,36 euro al mese (con un taeg del 6,96%). Seguono a ruota il Credito Auto di Findomestic Banca (rata di 199,43 euro mensili e taeg del 7,55%) e altri due prodotti offerti, rispettivamente, da Agos Ducato (Rateweb) e da Fiditalia (prestito Fidiamo), che hanno un taeg attorno al 7,6% annuo.

CONTI CORRENTI: QUANTO COSTANO IN ITALIA

I CONTI CORRENTI E LE MANI RAPACI DELLO STATO

PRESTITI ALLE IMPRESE: I PIANI DI SACCOMANNI

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Conti correnti: quanto costano in Italia e come si fa a cambiarli

Più di 300 euro all'anno secondo i consumatori e circa 100 euro per Bankitalia. Sulle tariffe dei depositi c'è un balletto di cifre, mentre il governo cerca di agevolare la concorrenza

Mutui: per i precari sono ancora un miraggio

Soltanto il 2,7% dei lavoratori assunti senza un contratto stabile riesce a ottenere un finanziamento per la casa

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965