Michael O'Leary
ERIC PIERMONT/AFP/Getty Images
Michael O'Leary
Economia

Vuoi lavorare per Ryanair? Prima paga

La compagnia irlandese offre nuovi posti di lavoro, ma solo a chi ha 3 mila euro per pagarsi il corso di formazione

Ryanair si sta espandendo . "La gente in Irlanda e Regno Unito viaggia più di chiunque altro in Europa", ha detto il numero due della compagnia, Michael Cawley, "vogliamo replicare quel modello in paesi come Grecia e Italia, dove c'è un potenziale immenso". Solo in Grecia, Ryanair conta di assumere 2.800 persone (i primi colloqui, a Salonicco, sono iniziati ieri ).

È una buona notizia? Certamente, ma fate attenzione ai dettagli. I candidati non saranno assunti direttamente da Ryanair, ma dalla società Crewlink. Chi passerà la fase dei colloqui verrà diretto all'aeroporto di Hahn , vicino a Francoforte, dove Crewlink ha allestito un centro di addestramento. Qui viene il bello: se vuoi diventare hostess o stewart per Ryanair devi mettere mano al portafoglio e pagare. Bisogna sborsare 700 euro per l'alloggio (tre settimane prima che inizi il corso) e 500 euro (non rimborsabili) "per confermare il tuo posto al corso di formazione" (dice la compagnia, sul suo sito ).

Poi si deve scegliere: chi paga in anticipo può accedere a una quota agevolata, di solo 1.749 euro. Quei pochi disoccupati che non hanno 2.949 euro a portata di mano possono invece ricorrere al piano B: quota d'iscrizione e costo dell'alloggio devono essere versati subito (1.200 euro), mentre il resto del dovuto (che in questo caso sale a 2.349 euro) sarà detratto dai primi stipendi.

Riassiumiamo: se volete un contratto di tre anni con Crewlink (e quindi Ryanair) dovette essere più alti di un metro e 57, avere una buona vista, saper nuotare per almeno 20 metri senza ausili, conoscere bene l'inglese e avere circa tremila euro da destinare ai vostri futuri datori di lavoro. Un approccio discutibile, soprattutto quando ci si rivolge ai paesi con la più alta disoccupazione giovanile d'Europa.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti