Milleproroghe 2018: tutti i provvedimenti

Dai vaccini alle intercettazioni telefoniche: ecco cosa contiene il primo decreto che, approvato al Senato, ora passa alla Camera

milleproroghe-2018

L'Aula del Senato il 6 agosto 2018 per l'approvazione del Milleproroghe – Credits: ANSA

Redazione

-

Il decreto Milleproroghe 2018 ha ricevuto il via libera dal Senato con 148 sì. Passa ora alla Camera dove andrà in seconda lettura alla ripresa di settembre. Al suo interno materie varie e importanti: dai vaccini allo slittamento della riforma del credito alle intercettazioni telefoniche. Ecco, punto per punto, le norme principali.

- Bonus cultura: introdotto dal Governo Renzi, resta per i diciottenni per tutto il 2018.

- Vaccini: Per il prossimo anno scolastico tutti i bambini, compresi quelli sprovvisti di documentazione sulla loro vaccinazione, potranno accedere alle scuole per l'infanzia. Le
sanzioni per chi viola l'obbligo slittano al 2019-2020. In attesa che il decreto venga convertito definitivamente, le famiglie ai primi di settembre dovranno ancora presentare l'autocertificazione.

- Terremoto in Abruzzo - È stato prorogato il termine per la presentazione della documentazione relativa all'ammontare dei danni subiti nel terremoto dell'Abruzzo del 6 aprile 2009.

- Terremoto Emilia e L'Aquila: si estende al 2019 la percentuale, già prevista per l'anno 2018, di partecipazione alla riduzione del Fondo di solidarietà comunale per i Comuni rientranti nell'area cratere del sisma dell'Emilia Romagna del 2012 e di quello de L'Aquila del 2009.

- Banche di Credito Cooperativo: prorogato dagli attuali 90 giorni a 180 giorni il termine per l'adesione delle banche di credito cooperativo (Bcc) al contratto di coesione che dà vita al gruppo bancario cooperativo.

- Fondo salva-risparmiatori: entro il 31 ottobre 2018 dovrà essere approvato il decreto del presidente del Consiglio che rende operativo il fondo salva risparmiatori delle banche venete e dei quattro istituti in risoluzione.

- Gas e energia: rinviato di un anno lo stop al mercato tutelato gas e energia. Il termine per la cancellazione slitta dal 1  luglio 2019 al 1  luglio 2020.

- Election day provinciale: si terranno il prossimo 31 ottobre 2018 tutte le elezioni provinciali previste entro fine anno. Potranno essere eletti a presidente della Provincia anche i sindaci con un mandato piu' ristretto, ovvero un anno.

- Intercettazioni: il termine di applicazione delle nuove norme sulle intercettazioni viene prorogato al 31 marzo 2019.
 
- Sicurezza nella scuola: slittamento al 31 dicembre 2019 dei rendiconti dei lavori fatti per la messa in sicurezza delle scuole dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe).

- Università: Per consentire il regolare avvio dell'anno scolastico 2018/2019 nel sistema della formazione italiana nel mondo, assicurando la copertura di almeno 183 posti, compresi 40 nelle scuole statali all'estero e 28 posti nelle scuole europee si proroga, per quest'anno, la possibilita' di ricorrere alle graduatorie vigenti nell'anno scolastico 2017/2018.

- Dichiarazione sostitutiva Isee: parte dal 2019 la possibilità che l'Inps collabori con l'Agenzia delle entrate nella messa a punto della dichiarazione sostitutiva unica per l'Isee, l'indicatore della situazione economica utilizzato per l'accesso a molti servizi sociali.

- Servizio Sanitario nazionale: i criteri previsti per il periodo 2015-2017, relativi alle forme premiali nel riparto dei fondi per il Servizio sanitario nazionale tra le Regioni, vengono prorogati anche per il periodo 2018-2020.

- Avvocati: due anni di tempo in più per riformare l'esame di abilitazione degli avvocati, la riforma deve essere attuata entro sette anni anzichè cinque

- Universiadi a Napoli nel 2019: spostato di un mese il termine per la consegna delle infrastrutture per le Universiadi che si terranno a Napoli nel 2019. La scadenza, che prima era indicata al 30 aprile dello stesso anno, viene ora fissata al 31 maggio.

- Banca Africana: proroga per tutto il 2018 della partecipazione italiana all'aumento di capitale della Banca africana di sviluppo.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fs, così il governo vuole cambiarle

Dopo la nomina del nuovo Cda, i ministri Di Maio e Toninelli puntano quasi tutto sull'effetto pop: "migliorare il trasporto dei pendolari"

Da Tito Boeri a Mario Nava, tutti gli uomini (dei conti) nel mirino del governo

Il presidente dell'Inps, un tempo amico di grillini e leghisti, ora è un nemico da abbattere. E non è il solo. Ecco i tecnici invisi ai gialloverdi, da rimpiazzare con "persone di fiducia"

Tav Lione-Torino, il valzer delle posizioni del governo 5 Stelle-Lega

I grillini vorrebbero bloccare l'opera. O forse no. Ma Salvini assicura: "Sull'alta velocità occorre andare avanti, non tornare indietro"

Governo-Ferrovie dello Stato, le cose da sapere

Il ministro dei trasporti Toninelli ha mandato via i vertici delle Fs, per motivi che lui definisce etici. Ma c’è chi lo accusa di lottizzazione

Commenti