apple
Justin Sullivan/Getty Images
apple
Economia

Le undici previsioni per il 2016 di Fortune

Cina, petrolio, cybersicurezza, acquisizioni, tecnologie, new media, start-up: ecco cosa cambierà nel 2016

Come ogni anno, le principali riviste di economia americane ed europee fanno a gara per capire come si muoveranno i mercati nei dodici mesi successivi: quali funzioneranno meglio, quali si troveranno in difficoltà, perché e, se possibile, come potrebbero uscirne, quali cambiamenti potrebbero consolidarsi e via dicendo. Tutto per orientare i lettori non tanto, o non solo, sul futuro che li aspetta, ma anche per aiutarli a capire, ad esempio, dove investire o dove cercare lavoro.  

Per Fortune il 2016 sarà un anno di grandi cambiamenti. Vediamo quali. 

Donne ed economia

Il numero di donne che dirigono le aziende citate dalla classifica Fortune 500 è diminuito nel 2015 (23 al posto di 26), e non necessariamente questa quota crescerà nel 2016. Tuttavia, gli esperti di Fortune si aspettano un aumento esponenziale del numero di donne cui verranno affidati incarichi dirigenziali. Del resto, varie analisi hanno dimostrato che gli uffici più bilanciati dal punto di vista degli equilibri di genere funzionano meglio e sono più produttivi. Ecco perché, anche solo per una mera questione di profitto, la fetta di donne manager si amplierà.

La guerra dei media

Un tempo il sogno dei nuovi media digitali era quello di risultare in qualche modo interessanti per i media tradizionali. Ebbene, nel 2016 questo sogno diventerà realtà. Anzi, secondo Fortune saranno i media 2.0 a prendere il sopravvento sul mercato e a guardare dall'alto delle loro valutazioni stellari i loro vecchi punti di riferimento arrancare. Indirettamente, quindi, gli esperti di Fortune consigliano di investire in questo mercato. 

Apple & Tesla

Da quando Apple ha annunciato di voler mettere sul mercato una nuova automobile elettrica entro il 2019, si rincorrono le voci secondo cui questo traguardo potrebbe essere tagliato prima del tempo grazie all'acquisizione di Tesla. In generale, Fortune prevede che un 2016 molto concitato nella Silicon Valley, con le grandi multinazionali concentrate a rilevare i diretti concorrenti appena se ne presenta l'occasione. Apple, quindi, fungerebbe da apripista in questo nuovo processo di maxi-acquisizioni. Un ultimo dettaglio: l'acquisizione di Tesla permetterebbe alla casa di Cupertino di sfondare il tetto degli 800 miliardi di dollari di capitalizzazione. 

Attenzione alle start-up

Dopo un anno in cui sono andate anche troppo di moda, nel 2016 bisognerà fare molta attenzione a investire nelle startup. Anche alcune delle più grandi, come Dropbox e Evernote, sono in difficoltà, e il rischio è che il loro valore continui ad oscillare rendendo molto difficile, per non dire impossibile, capire dove e quanto investire. Le più piccole cercheranno di farsi strada presentandosi come alternative "più affidabili", ma secondo Fortune nel mondo delle startup piccolo non necessariamente significa stabile, o almeno non sempre.

Startup e sicurezza

In questo scenario per niente positivo per quel che riguarda le startup c'è però un'eccezione. Le aziende che si occupano di sicurezza e cybersicurezza esploderanno. Un po' per moda, un po' per paranoia e un po' perché si tratta effettivamente di un settore importante per l'economia di oggi, gli investimenti in questo campo sono destinati a salire, e i profitti anche visto che le persone si sentono sempre meno sicure. 

E-commerce e alimentari

Il 2016 sarà l'anno delle consegne a domicilio dei generi alimentari, cotti e da cuocere. Solo negli Stati Uniti negli ultimi sei mesi questo settore ha registrato investimenti per oltre 700 milioni di dollari, e le stime per i prossimi dodici mesi sono ancora più elevate. Anche per quel che riguarda i profitti.

Energia e nucleare

Si parla tanto di energie pulite, e anche se il 2016 non sarà l'anno in cui sarà possibile rendere semplice ed economico il processo di fusione nucleare, è un dato di fatto che da questo punto di vista siano stati fatti moltissimi passi avanti. Del resto, se l'idea di riuscire a mettere sul mercato energia pulita a costi bassissimi non fosse ormai dietro l'angolo, milionari come Jeff Bezos, Paul Allen e Peter Thiel non avrebbero deciso di investire in questo settore.

Auto con conducente

Secondo Fortune il 2016 sarà anche l'anno delle automobili che si guidano da sole. Ne vedremo circolare un po' di più un po' ovunque, ma pare che sarà il Giappone il primo paese a congedare per sempre gli autisti grazie al suo nuovo "Taxi-Robot", che per ora è operativo solo in alcuni sobborghi di Tokyo.

Clima e prezzi

Attenzione ai prezzi dei generi alimentari. A causa degli effetti del riscaldamento globale, infatti, i prezzi di tanti prodotti sono destinati ad crescere. Secondo Fortune, mandorle, avocado e cacao sono le colture che soffriranno di più.

La Cina continuerà a crescere

Poco importa se alla fine del 2016 le previsioni di crescita complessive della Repubblica popolare cinese verranno di nuovo riviste al ribasso. La seconda economia mondiale ha qualche problema, è vero, ma immaginare una brusca frenata è eccessivo. Certo, bisognerà abituarsi a una Cina che non galoppa più, ma quasto non significa che Pechino smetterà di essere un punto di riferimento importante per l'economia mondiale.

Il prezzo del petrolio nel 2016

Secondo gli analisti di Fortune il prezzo del petrolio non continuerà a scendere. Anzi, sostenuto dalla domanda cinese e da quella americana dovrebbe assestarsi a fine 2016 sui 50/55 dollari al barile. Un risultato buono ma non ottimale, visto che, in genere, per le compagnie diventa conveniente esplorare nuovi giacimenti solo quando i prezzi del greggio sono stabili e al di sopra della soglia dei 60 dollari. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti