mary-barra
Alex Wong/Getty Images
mary-barra
Economia

Le dieci donne più potenti del mondo

Mary Barra (General Motors), Indra Nooyi (PepsiCo) e Marillyn Hewson (Lockheed Martin) sul podio

La rivista americana Fortune ha stilato la lista annuale delle donne più potenti al mondo. I criteri che sono stati seguiti sono quattro: le dimensioni e l'importanza dell'azienda guidata dalle persone prese in esame, la loro carriera, la salute e le prospettive della compagnia, la capacità di influire a livello sociale e culturale. Come si può vedere, Fortune ha deciso di concentrarsi su donne d'affari, per cui sono rimaste fuori dalla classifica personalità indubbiamente potenti, come la candidate alla Presidenza Americana Hillary Clinton. Ecco le prime dieci donne in graduatoria.

Mary Barra

Mary Barra Mary Barra Brian Ach/Getty Images for Wired

La donna più potente del mondo è Mary Barra, CEO di General Motors. Le ragioni sono più d'una: la fermezza decisionale, dimostrata con la chiusura degli stabilimenti produttivi in Russia, e la capacità imprenditoriale, grazie a cui dopo anni di crisi il gruppo automobilistico ha saputo generare profitti record per quasi dieci miliardi di dollari nel 2015. Non male per la figlia di un operaio della Pontiac, che è entrata alla General Motors all'età di diciotto anni come studentessa in tirocinio.

Indra Nooyi

Indra Nooyi Indra Nooyi Alex Goodlett/Getty Images

È una sessantenne di Chennai, in India, la seconda donna più potente al mondo secondo Fortune: Indra Nooyi, Presidentessa di PepsiCo, ha saputo raddrizzare le fortune del colosso delle bevande statunitense, con una serie di misure per la riduzione dei costi e grandi investimenti nel settore delle bibite naturali e biologiche.

Marillyn Hewson

Marillyn Hewson Marillyn Hewson Kimberly White/Getty Images for Fortune

Sul gradino più basso del podio troviamo Marillyn Hewson, che è a capo del colosso della difesa Lockheed Martin. L'azienda è in costante crescita – ultimo successo, in ordine di tempo, l'acquisizione di Sikorsky, società leader nell'elicotteristica. Con un'esperienza pluridecennale (Hewson è entrata alla Lockheed Martin nel 1983), la dirigente sembra la persona giusta per far crescere ancora di più il gruppo.

Ginni Rometty

Ginni Rometty Ginni Rometty Ethan Miller/Getty Images

Al quarto posto troviamo una dirigente nel settore dell'informatica: si tratta di Ginni Rometty, alla guida dell'IBM. L'azienda ha conosciuto un declino nei profitti negli ultimi anni, ma grazie a una serie di acquisizioni Rometty sembra avere le carte in regola per riportarla in carreggiata.

Abigail Johnson

abigail-johnson Abigail Johnson, Fidelity

Viene dal mondo della finanza la quinta classificata. È Abigail Johnson, Presidentessa della Fidelity Investments. La società, fondata dal nonno Edward C. Johnson II, è il secondo più grande gestore di fondi d’investimento degli Stati Uniti, con un portafoglio di oltre duemila miliardi. Abigail Johnson è anche appassionata di arte, materia nella quale si è laureata nel 1984.

Sheryl Sandberg

Sheryl Sandberg Sheryl Sandberg Allison Shelley/Getty Images

Al sesto posto c'è la Direttrice Operativa di Facebook, Sheryl Sandberg, che si è guadagnata i galloni di manager di successo portando il social network a risultati economici impressionanti e ad avanzamenti tecnologici sempre innovativi (da ultimo la possibilità di video in streaming). Allo stesso tempo, Sandberg è nota per le sue posizioni progressiste sulla parità di genere.

Meg Whitman

Meg Whitman Meg Whitman Matthew Cavanaugh/Getty Images

Meg Whitman è alla presidenza del colosso dell'elettronica Hewlett-Packard e si posiziona al settimo posto. Dirigente d'azienda di grande esperienza (è stata anche alla guida di eBay), ha anche tentato la carriera politica, candidandosi alla carica di governatore della California nel 2009.

Phebe Novakovic

Phebe Novakovic Phebe Novakovic BRENDAN SMIALOWSKI/AFP/Getty Images

L'ex agente segreto Phebe Novakovic ottiene l'ottavo posto. Oggi Novakovic è alla guida della General Dynamics, un'azienda di forniture militari in crescita esponenziale da qualche anno, grazie a commesse importantissime in tutto il mondo.

Irene Rosenfeld

Irene Rosenfeld Irene Rosenfeld Paul Morigi/Getty Images for Fortune/Time Inc

Al nono posto si colloca Irene Rosenfeld, che in passato è stata alla guida della Kraft ed oggi presiede la Mondelēz International, multinazionale americana nel settore alimentare con ben 110mila dipendenti in ottanta diversi Paesi. Mondelēz International. La figura di Rosenfeld, però, potrebbe essere in declino, dopo il fallimento di una importante acquisizione ad agosto.

Safra Catz

Safra Catz Safra Catz KIMIHIRO HOSHINO/AFP/Getty Images

Chiude la classifica Safra Catz. Nata in Israele nel 1961, all'età di sei anni si è trasferita negli Stati Uniti. Dal 2014 è al vertice della Oracle, una delle società di informatica più importanti del mondo, che negli ultimi mesi ha guidato attraverso la transizione verso le tecnologie cloud.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti

True