Lavoro

Lotta alla povertà, i programmi dei partiti per le prossime elezioni

Reddito di cittadinanza, di inclusione o di dignità. Le proposte delle principali forze politiche per il welfare

poveri-elemosina

Andrea Telara

-

E’ meglio il reddito di inclusione, il reddito di cittadinanza o il reddito di dignità? Ecco un interrogativo su cui dibatteranno nei mesi a venire le quattro principali forze politiche che si affronteranno nelle prossime elezioni politiche. Di seguito una panoramica sulle loro proposte per combattere la povertà.

Partito Democratico

Nella lotta alla povertà, il partito oggi al governo vuole continuare sulle strada intrapresa sinora. Per i meno abbienti è stato creato dai governi di Renzi e Gentiloni il Reddito di inclusione sociale (Reis), che spetta alle famiglie che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta. Si tratta di un sussidio il cui valore può arrivare sino a circa 500 euro al mese. Per adesso la platea dei beneficiari del Reis è limitata a poche centinaia di migliaia famiglie, per un totale di meno di due milioni di persone. Il centrosinistra a guida Pd prevede però di estendere progressivamente l’applicazione del Reis a un numero sempre maggiore di cittadini.


Centrodestra

Il mezzo principale su cui punta la coalizione di Centrodestra per scardinare la povertà (in particolare Forza Italia,) è il Reddito di dignità. Si tratta di un sussidio universale variabile a seconda delle singole situazioni, che serve per riportare tutte le famiglie sopra la soglia di povertà. Il sussidio può arrivare sino a 2mila euro circa mensili per un nucleo familiare molto numeroso, anche se la media dell’assegno dovrebbe posizionarsi attorno ai 480 euro mensili.

Movimento 5 Stelle

Il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle è da sempre il reddito di cittadinanza, un sussidio universale che serve per riportare i cittadini al di sopra della soglia di povertà. Il sussidio, che viene revocato non appena il beneficiario rifiuta più di due offerte di lavoro, varia a seconda delle singole situazioni familiari. Per una persona singola senza figli e senza reddito è prevista un’indennità attorno a 780 euro. Per una coppia di coniugi con due figli e senza redditi il sussidio supera i 1.900 euro.

Liberi e Uguali

Nel programma del movimento guidato da Piero Grasso c’è isoprattutto l’estensione degli ammortizzatori sociali, per renderli davvero universali, includendo tra i beneficiari quelle categorie lavorative che oggi sono scoperte e ancora prive di tutela in caso di disoccupazione.


Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni politiche 2018: sondaggi e previsioni seggi

Le ultime rilevazioni dicono che non ci sarà una maggioranza assoluta. Ma il centrodestra potrebbe farcela vincendo nei collegi incerti del sud

Tasse, le proposte dei partiti per le prossime elezioni

Dalla flat tax del centrodestra alle tre aliquote del Movimento5 Stelle. I programmi delle maggiori forze politiche in tema di fisco

Elezioni politiche 2018, chi sarà il prossimo presidente del consiglio

Ecco i nomi possibili, nella frenesia della caccia al candidato giusto, con il Pd diviso tra Renzi, Gentiloni e Calenda e il centrodestra che pensa a Tajani

Lavoro, le proposte dei partiti per le prossime elezioni

Tra completamento del Jobs Act e reintroduzione dell’articolo 18, i programmi delle maggiori forze politiche per aumentare l’occupazione

Il programma del Movimento 5 Stelle - Elezioni 2018 | video scheda

Il programma del centrosinistra - Elezioni 2018 | video scheda

Il programma del centrodestra - Elezioni 2018 | video scheda

Elezioni Figc, ecco il regolamento: scrutini, ballottaggio e come si vota

Oggi il calcio italiano sceglie il successore di Tavecchio dopo il flop Mondiale. Tre candidati in corsa. Le regole per essere eletti

Commenti