Le 25 aziende che assumono più neolaureati

Il podio è tutto americano con Google, Apple e Goldman Sachs, ma le aziende europee sono sempre meglio rappresentate

google-uffici

Gli uffici di Google in Danimarca – Credits: VINCENT JANNINK/AFP/Getty Images

Claudia Astarita

-

L'anno accademico si è ormai concluso anche negli Stati Uniti e i giovani neolaureati, come nel resto del mondo, hanno davanti la grande sfida di affrontare il mercato del lavoro. Il primo impiego è spesso decisivo nel determinare quella che sarà la carriera futura e tutti si industriano per riuscire a farsi assumere dal datore di lavoro dei sogni. Per aiutare i ragazzi che stanno muovendo i primi passi sul mercato del lavoro, l'emittente televisiva statunitense CNN ha messo insieme una classifica delle aziende migliori, non solo negli Usa, ma in tutto il mondo, per chi si affaccia per la prima volta sul mondo del lavoro con una laurea appena conseguita in tasca.

Le aziende che assumono volentieri i neolaureati

Il listone predisposto dai giornalisti americani comprende venticinque società e poche sorprese: si tratta di una serie di multinazionali i cui nomi sono ben noti. La maggior parte ha la sede principale proprio negli Stati Uniti, ma ci sono anche una compagnia giapponese (la Sony, che si piazza al diciannovesimo posto grazie alla propensione all'innovazione e alla crescita individuale) e qualche azienda europea. L'elenco dei posti di lavoro migliori nel Vecchio Continente si apre con la finlandese Ikea, ventiduesima, prosegue con le olandesi Unilever e KPMG, ventesima e nona, le tedesche Adidas e BMW, rispettivamente diciassettesima e sedicesima, e la francese L'Oreal, ottava.

I vantaggi delle aziende britanniche

Le migliori società europee in questa classifica, però, sono britanniche: si tratta di Deloitte ed Ernst & Young, che si piazzano al sesto e al quarto posto. Ernst & Young si guadagna la palma di azienda europea dei sogni per i neolaureati in quanto società in grado di creare un collegamento duraturo con le persone che ci lavorano. Cerca sempre i migliori neolaureati, ma non guarda solo ai risultati accademici: ad esempio, anche chi eccelle negli sport viene selezionato, perché dimostra entusiasmo e voglia di migliorarsi.

Un podio tutto americano

La top three della classifica è però composta da società americane. Al terzo posto c'è Apple, il cui nuovo CEO Tim Cook ha dichiarato che l'obiettivo dei suoi dipendenti è di "lasciare un mondo migliore di quello che hanno trovato" e nella famosa sede di Cupertino, ribattezzata Spaceship (l'astronave) ci sono 100mila metri quadri di centri benessere, luoghi ricreativi e attrezzature sportive. Al secondo posto, Goldman Sachs, risorta dopo la crisi degli scorsi anni e proiettata a rinnovarsi anche grazie a un programma di cento giorni di inserimento dei neoassunti che viene giudicato assolutamente all'avanguardia. Al primo posto c'è Google, con un campus di lavoro definito "leggendario" (ci sono persino centri massaggi) e una filosofia secondo la quale l'azienda deve sostenere i propri dipendenti nel "fare ciò che amano fare".

© Riproduzione Riservata

Commenti