Lavoro

Istat, la disoccupazione giovanile tocca un nuovo record: +43%

Il dato è relativo al mese di marzo, in crescita dello 0,3 % rispetto al mese precedente

Disoccupazione

Redazione Economia

-

Tra i dati provvisori del mese di marzo che l'Istat ha appena comunicato, ce n'è uno particolarmente allarmante: il tasso di disoccupazione dei 15-24enni italiani, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 43,1%, in crescita di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente.

I giovani disoccupati under 25 sono 655 mila. Su base annua il tasso di disoccupazione giovanile si è invece ridotto di 0,4 punti percentuali.

Dal calcolo - precisa l'Istat - sono esclusi i giovani inattivi, cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Disoccupazione a gennaio: qualche luce e molte ombre

In Italia scende dello 0,1 mese su mese. Ma nella media 2014 è al 12,7%, il livello più alto dal 1977. In Europa invece i dati migliorano tutti

Disoccupazione: aumenta in Italia, scende in Europa

A febbraio torna al 12,7%, il dato più alto dopo Grecia, Spagna, Ungheria, Cipro e Portogallo. Sale al 42,6% quella giovanile. In Europa la media è 11,3%

La disoccupazione torna a salire: per l'Istat è +12,7%

Disoccupazione, perché in Germania cala e in Italia cresce

La quota senza dei lavoro tedeschi è scesa al 6,4%, contro il 12,7% del nostro paese. Tutte le riforme che hanno rimesso in moto Berlino

Commenti