Videogame: ecco i dieci giocatori che guadagnano di più

Giocare sport elettronici a livello professionistico è un’attività che rende centinaia di migliaia di dollari 

Un team di giocatori sudcoreani compete, via internet, con giocatori di Taipei durante un torneo di videogame dedicato alle arti marziali – Credits: Chung Sung-Jun/Getty Images

Stefania Medetti

-

Incredibile, ma vero: c’è anche chi fa dei videogame una professione pagata e pagata profumatamente. In cima alla classifica dei cento giocatori più ricchi redatta da e-Sports Earnings e proposta da Business Insider , c’è il coreano Lee “Jaedong” Jae Dong, che ha guadagnato somme da capogiro con “StarCraft: Brood War”, ovvero 519mila dollari in 52 tornei. Nel conto entrano solo i premi in denaro, ma non le sponsorizzazioni o altre voci. Secondo posto per Danil “Dendi” Ishutin, ucraino, che ha guadagnato 200mila dollari in un solo torneo di “Dota 2”, in totale, in 43 gare, ha incassato oltre 455 mila dollari. Il primo giocatore professionista americano si chiama Jonathan Wendel e ha guadagnato il successo con video giochi in cui si spara in prima persona. In 36 tornei, ha portato a casa quasi 455 mila dollari.

Quarto posto per l’ucraino Oleksandr “Xboct” Dashkevych che, in 41 gare di “Dota 2”, ha incassato 453mila dollari. Dal 2010 a questa parte, il coreano Jang Min Chul, uno fra i più forti giocatori di “StarCraft 2” ha vinto oltre 450 mila dollari in 78 tornei complessivi. Dall’estonia, Clement “Puppey” Ivanov conquista il sesto posto con 450mila dollari in 39 tornei. Prima dei 18 anni, Lee “Flash” Young Ho, stella coreana di “StarCraft: Brood War” e “StarCraft II”, ha guadagnato 269 mila dollari. A oggi, il suo patrimonio supera 447mila dollari, in 47 tornei. Ottavo posto per un altro coreano: Jang “Moon” Jae Ho, giocatore di “WarCraft III”, che ha totalizzato 439mila dollari in 81 tornei. Nono posto per Jung “Mvp” Jong Hyun, anch'esso coreano, che dal 2011 a oggi ha incassato 393 mila dollari. Infine, decima posizione per lo svedese Jonathan “Loda” Berg protagonista di 23 tornei, che ha guadagnato 355mila dollari. L’Italia è al 60° posto grazie ad Alessandro “Stermy” Avallone, classe 1987 con 185mila dollari in 30 tornei. Sul sito e-Sports Earnings  è disponibile la classifica completa e si può tenere d’occhio il montepremi complessivo globale che, a oggi, supera otto milioni di dollari. Quanto alla classifica per montepremi, con un totale di 18 milioni di dollari vinti, la Corea guida la classifica con 847 giocatori, seguita da Stati Uniti con 12,6 milioni di dollari e 1764 giocatori e Svezia con 6,6 milioni e 504 giocatori. Per la cronaca, anche l’anagrafe ha il suo peso: il giocatore più vecchio (che ha portato a casa soltanto 25 dollari) è nato nel 1971. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Watch Dogs, 7 cose da sapere sul gioco più atteso

Pregi e difetti di uno dei titoli più chiacchierati e anticipati degli ultimi anni

Commenti