Disoccupazione boom, numeri e grafico

Il dato, 12,2%, è il peggiore dal 1977. E non fa differenze, tra uomini e donne, giovani e meno giovani

Giovani cercano un lavoro (Credits: Scudieri Imagoeconomica / Imagoeconomica)

Il dato è il peggiore dal 1977. La disoccupazione in Italia è pari al 12,2% della popolazione occupabile. Il dato registra una crescita dell'1,8% rispetto al maggio del 2012 quando era fermo al 10,4%. Una crescita violenta e repentina come risulta ben evidente dal grafico dell'Istat.

occupati400.jpg

A maggio 2013 gli occupati totali sono 22 milioni 576 mila, l'1,7% in meno rispetto a un anno prima, ovvero il 56% della popolazione.

Il numero di disoccupati, invece, 3 milioni 140 mila, è aumentato dell'1,8% rispetto ad aprile (+56 mila) e del 18,1% su base annua (+480 mila). L'aumento interessa sia la componente maschile sia quella femminile.
Il tasso di disoccupazione, infine, si attesta al 12,2%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto a aprile e di 1,8 punti nei dodici mesi.
Tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 647 mila e rappresentano il 10,7% della popolazione in questa fascia d'età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 38,5%, in diminuzione di 1,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e in aumento di 2,9 punti nel confronto tendenziale.

© Riproduzione Riservata

Commenti