Bonanni: “Nessuna riduzione delle tasse e intanto la spesa esplode"

Il leader della Cisl attacca duramente, su Panorama in edicola, la politica economica del governo e la scelta di Renzi di stringere un rapporto privilegiato con Maurizio Landini 

Raffaele Bonanni

Renzi? “Vuole decidere tutto da solo”. Le riforme? “Ma quali riforme? La riduzione delle tasse non c’è e quella degli sprechi nemmeno. Nell’ultimo semestre la spesa pubblica è aumentata di 100 miliardi”.

È il giudizio di Raffaele Bonanni, segretario della Cisl. In un’intervista rilasciata al settimanale Panorama, in edicola da giovedì 4 settembre, il leader sindacale attacca duramente il premier e le sue riforme, in particolare lo Sblocca Italia: “Verrebbe da dire che la montagna ha partorito il topolino, ma a guardare bene c’è anche un topone: la possibilità di allungare le concessioni autostradali. È questione di grande rilievo economico, eppure non ne sa niente nessuno”.

Bonanni, nell’intervista, stigmatizza il rapporto privilegiato che Renzi ha stretto con il leader della Fiom, Maurizio Landini: “Abbiamo lottato per difendere l’accordo alla Fiat, e ora devo sentire che siamo conservatori, mentre Renzi sceglie come interlocutore privilegiato proprio il sindacato più conservatore, la Fiom di Maurizio Landini? No, quello del premier è solo un giochino furbo e cinico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti