I lavori più richiesti in Australia

Infermiere, ostetriche, esperti di telecomunicazioni, meccanici, falegnami: ecco alcune delle categorie che possono chiedere un "visto per lavoratori qualificati"

– Credits: Gaye Gerard/Getty Images

Claudia Astarita

-

Siamo a gennaio, e come ogni anno l'Australia aggiorna il suo elenco di professionalità qualificate per attirare downunder i lavoratori stranieri di cui ha più bisogno. 

Il motivo per cui le politiche di immigrazione in questo paese sono così tanto (e così bene) organizzate dipende dal fatto che l'Australia negli ultimi anni ha ricominciato ad essere una delle destinazioni più ambite da chi decide di lasciare tutto e ricostruirsi una vita all'estero. E visto che, nonostante tutto, anche la nazione più vivibile del mondo ha i suoi problemi e le sue priorità, il governo di Canberra ha messo a punto un sistema di selezione altamente trasparente per evitare di ritrovarsi a gestire una popolazione di immigrati cui non sarebbe in grado di offrire sbocchi lavorativi.

Prima di elencare quali sono le professionalità più richieste per il 2014, è necessario fare un paio di precisazioni. Il programma SkillSelect è riservato ha chi ha già accumulato diversi anni di esperienza di lavoro, tant'è che i limiti di età sono molto elastici, e per alcune categorie arrivano fino ai 50 anni. Ancora, trovare nell'elenco distribuito dalle autorità australiane una o più categorie relativamente alle quali il potenziale migrante ritiene di essere sufficientemente qualificato non implica l'immediato trasferimento dall'altra parte del mondo.

Questo perché l'unica cosa che davvero si può fare è compilare una EOI, vale a dire una Expression of Interest , con la quale, di fatto si informa il governo australiano di aver preso in considerazione l'ipotesi di trasferirsi nel paese per motivi di lavoro. L'EOI è un lungo modulo che, fortunatamente, può essere compilato online. Una volta raccolte tutte le EOI è l'ufficio immigrazione che elabora una graduatoria e invita i candidati migliori per ogni categoria a presentare una formale domanda di visto.

In base a quali criteri un candidato viene considerato più bravo di un altro? Innanzitutto bisogna vedere se il professionista in questione ha espresso una preferenza in merito alla sua eventuale residenza in Australia. Perché se si chiede di andare a Sidney e il lavoro è disponibile a Perth, verrà probabilmente chiamato il secondo in graduatoria solo perché non ha specificato limiti geografici. Ancora, per entrare in Australia con un visto per lavoratori qualificati è necessario conoscere l'inglese, e anche piuttosto bene. Ovviamente i funzionari del Dipartimento di Immigrazione non si fidano sulla parola, e all'EOI è necessario allegare un documento che confermi le abilità linguistiche del candidato. Lo stesso vale per la sua professionalità. Esistono in Australia e all'estero una serie di uffici che effettuano quello che qui viene chiamato skills assessment. In Italia no ce ne sono, ma in Irlanda e nel Regno Unito sì.

Se si è davvero qualificati le probabilità di ricevere un'offerta sono alte. Quindi, per quanto impegnativo possa sembrare, compilare questa domanda conviene. Infermiere, ostetriche, esperti i telecomunicazioni, meccanici, falegnami, pittori, pediatri, dentisti, insegnanti, veterinari, ingegneri (in questo caso con qualsiasi specializzazione), architetti, commercialisti: sono queste alcune delle categorie che rientrano nell'elenco del 2014 .

Le opportunità di lavoro, in Australia, sono davvero tantissime. La procedura per ottenere questi visti può sembrare macchinosa, è vero, ma è anche vero che trasferirsi dall'altra parte del mondo per poi non trovare lavoro sarebbe peggio.

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lavorare in Australia, cinque motivi per farlo

Qualità della vita; facilità con cui si riesce a trovare un lavoro; stipendio alto; sanità e tasse; flessibilità e prospettive di carriera

Australia o Stati Uniti? Tre suggerimenti per scegliere dove trasferirsi

Meglio il Pacifico per stile di vita e stipendi, l’Occidente per opportunità di lavoro e carriera

Commenti