Lavoro

6 consigli per ottenere il lavoro che si desidera

Flessibilità, serietà, determinazione, maturità e trasparenza. Da associare a un utilizzo impeccabile dei social network

– Credits: John Moore/Getty Images

Convincersi che l'opportunità di lavoro che abbiamo sempre sognato non arriverà mai è controproducente. Certo, anche declinare qualsiasi offerta in attesa che arrivi quella "giusta" è sbagliato, perché il mondo del lavoro richiede flessibilità e adattamento. La via di mezzo, però, esiste, o almeno questo è ciò che sostengono quei guru americani che si occupano proprio di aiutare giovani e meno giovani a raggiungere in tempi relativamente ristretti l'obiettivo che si sono prefissati.

Fortune ne ha intervistati un paio, e ne ha riproposto i suggerimenti più utili per chi, oggi, cerca di capire come ottenere il lavoro desiderato. 

1) Prendetevi un po' di tempo per capire davvero cosa state cercando. Per affrontare al meglio un colloquio è necessario chiedersi prima di cominciarlo che cosa ci si aspetta da quel particolare lavoro. Ovviamente indovinare tutti i dettagli in anticipo è impossibile, ma avere le idee chiare sulle proprie competenze e su come queste ultime potrebbero aiutare l'azienda in questione sì. 

2) Imparare ad essere flessibili è vitale, perché il lavoro che desideriamo oggi potrebbe non esistere più domani, quindi meglio rimanere al passo coi tempi imparando ad adattarsi. 

3) Aggiornare il profilo di LinkedIn. Questo consiglio, naturalmente, vale soprattutto per il mercato americano, dove il 90 per cento di chi si occupa di risorse umane utilizza questa piattaforma per raccogliere notizie sui candidati. Attenzione però, chi vuole davvero sfruttare le potenzialità di LinkedIn dovrebbe usarlo per raccontare la propria storia professionale, non limitarsi a elencare gli incarichi via via ricoperti.

4) Nei colloqui, oggi, maturità, intelligenza e serietà contano moltissimo. E la personalità inizia (finalmente) a valere se non di più almeno tanto quanto i voti con cui si è usciti dalle scuole superiori o dall'università. 

5) Imparare ad usare i social network per creare una sorta di brand personale, non per l'autopromozione. Per capire cosa significa basta un esempio: è sbagliato scrivere quanto si è bravi a fare una certa cosa, ma postare analisi su un particolare argomento può dar l'impressione, a chi ci segue, di essere una persona che ama approfondire le notizie in quel particolare settore.  

6) Createvi il vostro consiglio di amministrazione. Cosa vuol dire? Identificate un gruppo (ristretto) di persone di cui vi fidate e contattatele per farvi dare consigli utili sulle vostre scelte di carriera. Parlare regolarmente con ex datori di lavoro e colleghi più esperti di voi è certamente utile per chiarirsi le idee e capire davvero cosa si cerca e cosa si vuole.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I segreti per superare un colloquio di lavoro

In tempo di crisi, le occasioni per un colloquio di lavoro sono sempre meno e bisogna sfruttare al massimo le opportunità che si presentano. Ho chiesto a Margherita Cicchetti, esperta di linguaggio non verbale e consulente aziendale per le nuove assunzioni, i segreti per superare brillantemente un colloquio.

Commenti