Economia

Acconto Imu 2019: cosa succede a chi non paga entro oggi

Nel primo tax day dell'anno l'Erario incasserà 32,6 miliardi di euro tra Imu, Irpef e Iva

tasse

Barbara Massaro

-

Tecnicamente si chiama "ravvedimento operoso". Si tratta della possibilità di versare l'acconto 2019 di Imu e Tasi oltre la data di scadenza del 17 giugno, il "tax day" che porterà nelle casse dello Stato 32,6 miliardi di euro (dati della Cgia di Mestre).

Appuntamento col Fisco

Oggi, infatti, è l'ultimo giorno utile per i proprietari di seconda, terza casa e alloggi di lusso per versare al Fisco l'Imposta Municipale Unica che porterà all'Erario 9,9 miliardi di euro cui vanno aggiunti i 12 miliardi versati dagli imprenditori per le ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori; i 9,8 miliardi di Iva e i 935 milioni di euro di ritenute Irpef trattenute sui compensi dei lavoratori autonomi. 

Cosa succede ai ritardatari

Chi però, non avesse segnato in agenda la scadenza fiscale in maniera chiara e arrivasse in ritardo all'appuntamento con l'Erario può avvalersi del ravvedimento operoso per un intero anno. Si tratta di uno strumento di pacificazione fiscale che permette al contribuente di mettersi in regola con il Fisco pagando una penale che aumenta in maniera proporzionale al ritardo del pagamento.

Questo significa che chi si metterà in regola entro i prossimi 14 giorni pagherà una sazione dello 0,2% al giorno fino a un massimo del 2,8% per 14 giorni di ritardo più gli interessi (dal 1º gennaio 2015 il tasso di interesse annuo è stato fissato allo 0,5%).

Scadute le due settimane, ma entro il 17 luglio (quindi entro un mese di ritardo) la sanzione da applicare sarà pari al 3% più gli interessi.

Fino a tre mesi la sanzione è fissa ed è del 3,33% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri.

Infine, e si parla in questo caso di "ravvedimento lungo" c'è la possibilità di mettersi in regola fino al giugno del 2020 corrispondendo una sanzione del 3,75% più gli interessi giornalieri che vengono calcolati sullo 0,5% annuo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Imu e Tasi: la guida al pagamento dell'acconto

Entro il 17 giugno coloro che possiedono una casa dovranno versare l'acconto per il 2019

Imu, le cose da sapere sul pagamento

Entro il 17 dicembre va versato il saldo dell’imposta sulla casa. Istruzioni per l’uso per i contribuenti

Imu e Tasi unificate: come potrebbe essere la nuova tassa sulla casa

Un emendamento alla manovra propone un’aliquota sola per tutti i Comuni, semplificando di molto le procedure di pagamento

Imu e Tasi 2018, tutto quello che c'è da sapere sulla prossima scadenza

I termini per il versamento della prima rata delle due imposte slittano dal 16 giugno, che cade di sabato, a lunedì 18 giugno

Commenti