Cloud Computing: accelerare l’innovazione per afferrare nuove opportunità di business

Oltre 30.000 aziende hanno già scelto il Cloud di IBM confermando che puntare sulla nuvola è un bisogno evolutivo primario

IBM Named #1 Preferred Provider of IaaS Cloud by Enterprises IDC Document Excerpt: "U.S. Buyers Rank IBM, Cisco, HP, AT&T, and Google as Likely Most Effective Top 5 Providers in Delivering IaaS" – Credits: IBM

Informazione pubblicitaria

Il Cloud computing è ormai ampiamente riconosciuto come un modello che cambia le regole del gioco dell’Information Technology: semplifica l’utilizzo di risorse IT rendendole disponibili come servizi in rete su infrastrutture dinamiche e flessibili, e ne migliora l’efficienza. Ma il suo potenziale va ben oltre l’innovazione tecnologica: può cambiare in modo radicale gli scenari competitivi, abilitare  modi più efficienti, reattivi e innovativi di fare business, creando valore,  migliorando e ottimizzando il modo di interagire con clienti e partner a livello globale.

Il  Cloud secondo IBM è un motore di crescita per il business: rappresenta il modo per ripensare l’IT,  affinché sia più  agile e capace di introdurre velocemente elementi di  innovazione -  e per  reinventare il business –che deve aumentare l’efficienza operativa, reinventare la relazione con i clienti e creare nuove opportunità di profitto.

E’ per questo che anche i CEO sono interessati a scoprire come il cloud può estendere la portata del loro business e aiutarli a inserirsi in nuovi spazi.  Dalle più recenti IBM CEO e CIO Survey emerge che la tecnologia è per i CEO al primo posto tra i fattori esterni che impattano le organizzazioni e che il 64% dei CIO hanno  già inserito il cloud nelle loro pianificazioni. Non solo: due terzi dei CIO recentemente intervistati da IBM a livello mondiale dichiara che sta già esplorando nuove modalità di collaborazione e di ingaggio dei clienti basate sul cloud.  

Vista la complessità e il bisogno di consulenza necessario affinchè le aziende possano integrare il loro IT tradizonale con i  servizi disponibili sul Cloud, IBM con la sua esperienza, le sue competenze e la sua vasta offerta si rivela un partner d’eccellenza.

IBM oggi ha più di 100 soluzioni di business in cloud, disponibili in modalità Software-as-a-Service quali smarter commerce, collaboration, business analytics, smarter cities; circa 40.000 esperti con approfondita conoscenza del settore, e dedica oltre 500 specialisti e ricercatori per contribuire alle comunità open source, a sostegno dell'impegno di IBM verso un "Open Cloud".

Nel 2013, inoltre, IBM ha acquisito la società SoftLayer, azienda leader nelle soluzioni di public cloud diffusa in 140 paesi. Grazie alla piattaforma flessibile, robusta, sicura e di semplice utilizzo di SoftLayer, ora integrata nell’offerta IBM Cloud, IBM estende ulteriormente la portata dei propri servizi  di Infrastructure-as-a-Service, Platform-as-a-Service e Software-as-a-Service. IBM con i suoi specialisti e  partner certificati aiuta le aziende nel percorso di adozione della soluzione cloud più adatta per supportare il loro business.

Permette quindi di non occuparsi di alcune componenti “di base” dell’IT, che possono essere prese dal cloud in forma più standardizzata ed efficiente, per  concentrarsi maggiormente sul servizio finale che serve.

Grazie al cloud possono essere raggiunti obiettivi non solo di efficienza operativa ma anche, e sempre più frequentemente, di innovazione e di trasformazione della propria realtà organizzativa o del proprio business.

Il cloud ha una serie di caratteristiche che rappresentano altrettanti fattori abilitanti: il valore del cloud si esplicita nell’uso di questi fattori in relazione a quelle che sono le priorità dell’azienda o dell’organizzazione:

La flessibilità dei costi è uno dei vantaggi del cloud e si traduce in un modello di pagamento a consumo (pay-per-use), con una riduzione dei costi di investimento a favore di costi operativi variabili. Questo è possibile con il cloud di IBM, accedendo rapidamente a servizi di infrastruttura IT, di Platform as a Service e Software as a Service in linea con le necessità e i volumi del business.

Un altro vantaggio è la scalabilità, che permette di aumentare e diminuire le risorse IT, per gestire in modo dinamico e tempestivo le necessità dell’organizzazione.

Il cloud gioca un ruolo fondamentale anche nel time-to-market, ovvero la capacità di anticipare e reagire rapidamente alle mutevoli esigenze del mercato, perché grazie alla velocità con cui rende disponibili le risorse quando servono, permette la realizzazione di nuovi prodotti o servizi, anche attraverso prototipi. Le oltre cento soluzioni di business e i tutti i servizi di infrastruttura e di piattaforma disponibili sull’IBM cloud marketplace sono la risposta più concreta a queste esigenze.

Ad oggi, IBM ha aiutato più di 30.000 clienti in tutto il mondo, con 40.000 esperti del settore, a realizzare soluzioni di cloud computing. Dall'acquisizione nel 2013, IBM SoftLayer ha servito 4.500 nuovi clienti cloud. IBM ha più di 100 soluzioni SaaS cloud, migliaia di esperti con una approfondita conoscenza del settore, che sostengono le aziende nei loro progetti di trasformazione, e una rete di 40 data center in tutto il mondo. IBM ha investito più di 7 miliardi di dollari in 17 acquisizioni per accelerare le iniziative di cloud computing e costruire un portafoglio cloud di alto valore. IBM, per il 21° anno consecutivo al vertice della classifica annuale dei leader nei brevetti statunitensi, detiene 1.560 brevetti relativi al cloud.

Sono stati inoltre recentemente annunciati più di 30 nuovi servizi cloud disponibili su BlueMix, la Platform-as-a-Service (PaaS) di IBM, per aiutare gli sviluppatori a integrare le applicazioni in modo rapido e accelerare la messa in produzione di nuovi servizi cloud.  Inoltre IBM ha annunciato i BlueMix Garage, luoghi dove gli sviluppatori possono creare nuove applicazioni su BlueMix, apprendere nuove competenze di sviluppo e accedere all'ecosistema degli sviluppatori di IBM. 

Per maggiori informazioni sulle offerte cloud di IBM, visitate il sito http://www.ibm.com/cloud

Seguiteci su Twitter @IBMcloud @IBMItalia e sul nostro blog http://www.thoughtsoncloud.com

© Riproduzione Riservata

Commenti