I dieci mercati immobiliari più dinamici
Mira / Alamy
I dieci mercati immobiliari più dinamici
Economia

I dieci mercati immobiliari più dinamici

San Francisco, Bangalore e Miami sul podio. Grandi assenti Londra e New York

Case, dove costano di più

Gli analisti di CNN Money hanno appena pubblicato una nuova classifica su quelli che, secondo i calcoli di Knight Frank, la multinazionale britannica specializzata in consulenze sulle compravendite, si sono recentemente affermati come mercati immobiliari particolarmente dinamici. Stati Uniti, India, Canada, Indonesia, Israele, Giappone, IrlandaAustralia sono tutti paesi in cui il prezzo degli alloggi sta crescendo in fretta. E dove quindi converrebbe investire prima che i costi raggiungano livelli esagerati. I grandi assenti di questa classifica sono due: New York, dove gli appartamenti iniziano a costare progressivamente di meno, e Londra, dove secondo Knight Frank l'instabilità politica non permetterebbe al mercato immobiliare locale di svilupparsi al massimo delle sue possibilità. 

San Francisco

L'Oakland Bay Bridge di SanFrancisco Brian Jannsen / Alamy

San Francisco, l'icona della California, ha conquistato il primo posto con una crescita media del 14,3 per cento.

Bangalore

Il mercato Krishnarajendra a Bangalore GoSeeFoto / Alamy

In seconda posizone c'é Bangalore, la Silicon Valley indiana, una metropoli che ospita oggi 8 milioni di abitanti e in cui, secondo le stime di Knight Frank, il numero dei milionari raddoppierà in appena dieci anni. Negli ultimi dodici mesi il valore degli immobili è cresciuto del 13,6 per cento. 

Miami

Lo skyline di Miami Jonathan Larsen/Diadem Images / Alamy

Al terzo posto troviamo un'altra metropoli americana, Miami, dove i prezzi degli immobili sono cresciuti in un anno del 12,2 per cento. La città simbolo della Florida è stata presa di mira da facoltosi investitori latini, che considerano gli Stati Uniti un mercato molto più sicuro di quelli dei paesi in cui sono nati. 

Vancouver

incamerastock / Alamy

In quarta posizione c'é Vancouver, la "capitale cinese" del Canada. Vancouver è nota per essere la città con la più alta percentuale di appartamenti di proprietà di investitori stranieri (e i cinesi, naturalmente, sono tra le comunità che ne posseggono di più). Negli ultimi dodici mesi i prezzi degli immobili sono cresciuti dell'11,8 per cento. 

Jakarta

Il mercato del pesce di Jakarta dbimages / Alamy

La capitale dell'Indonesia è un'altra metropoli in cui il costo degli alloggi sta crescendo molto in fretta. Negli ultimi mesi il loro valore è aumentato dell'11,2 per cento, e secondo gli analisti di Knight Frank il numero dei ricchi aumenterà del 148 per cento nell'arco di un decennio. 

Tel Aviv

Il mercato delle pulci a Jaffa Yadid Levy / Alamy

Nella città israeliana di Tel Aviv il costo della vita è più che raddoppiato negli ultimi cinque anni, e in dodici mesi il valore degli immobili è cresciuto del 10,2 per cento. Comprano case gli israeliani ma anche gli stranieri, attirati anche dall'idea che la metropoli si stia progressivamente affermando come hub tecnologico di primo livello. 

Tokyo

Shibuya, l'incrocio pedonale più famoso e affollato di Tokyo Alex Segre / Alamy

In settima posizione troviamo Tokyo. Nella capitale nipponica i prezzi degli immobili sono cresciuti dell'8,1 per cento, e gli stranieri in particolare si sono convinti che non ci sia nulla di più sicuro dell'investire nel mattone giapponese. 

Dublino

Dublino Inge Johnsson / Alamy

Negli ultimi mesi l'Irlanda, complice una crescita tanto inattesa quanto straordinaria (4,8 per cento nel 2014 e previsioni al 3,9 per il 2015), fa capolino in un po' tutte le classifiche. Non poteva quindi mancare Dublino tra le metropoli in cui il valore degli immobili cresce in maniera sostenuta (8 per cento negli ultimi dodici mesi). 

Los Angeles

Los Angeles Fotomaton / Alamy

Los Angeles è la seconda metropoli californiana della top ten di CNN Money. Qui il prezzo degli immobili negli ultimi dodici mesi è cresciuto dell'8 per cento. 

Sydney

L'Harbour Bridge di Sydney Ian G Dagnall / Alamy

In ultima posizione troviamo Sydney, dove il costo degli alloggi è cresciuto "solo" del 7,4 per cento. In questa città australiana sono due gli elementi che trainano la domanda: la scarsa dispobibilità di immobili e gli investimenti degli stranieri. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti