Redazione

-

All'indomani della vittoria del NO nel referendum greco sulle nuove politiche di austerity richieste dalla Troika, Yanis Varoufakis ha fatto un passo indietro, rimettendo il suo mandato di Ministro delle Finanze per favorire la ripresa dei negoziati e il raggiungimento di un’intesa con i creditori.

Motivando in un'intervista al Tempo le sue dimissioni, ha detto con risolutezza: "Non potevo fare diversamente. Non c'erano più le condizioni per lavorare. Non potevo più andare avanti. Credo sia stata una scelta responsabile. Spero comunque che il governo trovi al più presto un'intesa con l'Europa. Chi ha detto che lascerò la Grecia? Sono un parlamentare di questo Paese e continuerò a fare qui il mio dovere. Questa è la mia Patria e chi dice che non ho avuto il coraggio di continuare è solo invidioso. Comunque io non sono un uomo da libri". Varoufakis ha affermato di aver deciso di dimettersi solo lunedì mattina: "non c'è stato alcun piano preordinato come qualcuno sta facendo credere qui in Grecia. È stata una decisione che ho preso da solo, trascorsa una notta epocale per il mio Paese". Nessun ripensamento, ha sottolineato, "nessuna dietrologia. Lascio ma non scappo".

A farlo diventare una star mediatica, oltre al suo indiscutibile carisma, anche l'attraente aspetto fisico, che insieme ne hanno fatto un vero e proprio sex symbol. In questa fotogallery ripercorriamo i mesi che lo hanno visto al centro della scena attraverso alcuni scatti che ne hanno immortalato il lato più affascinante: eccolo durante il giuramento da Ministro, al suo arrivo presso la sede del governo in sella a una motocicletta, con uno smagliante sorriso durante un incontro bilaterale con l'omologo tedesco Schäuble, in maglietta durante l'ultima conferenza stampa... 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Varoufakis dice addio

Yanis Varoufakis, il ministro dimissionario fa impazzire i social

Tra i più riwittati c'è la battuta del comico Giovanni Vernia. In Germania un video propone l'ex ministro come una rock star

L'addio di Varoufakis, ultimo capolavoro di Tsipras

Il premier greco offre ai creditori la testa del suo ministro delle Finanze. E apre a un governo di unità che parta dalle ragioni del No

Il “sogno lucido” della Grecia e la lezione di Varoufakis

Come un prof di teoria dei giochi può far rivivere il mito delle Termopili e rilanciare la trattativa: Atene è ora una delle gigantesche sfide europee

Il dito medio di Varoufakis

Cosa c'è di vero e cosa c'è di fake nella storia del dito medio di Varoufakis alla Germania? Era un fake o no?

Commenti