Euro

Il Quantitative easing spinge lo spread ai minimi

Il differenziale tra Btp e Bund decennali arriva a 84 punti, come nel 2008

Redazione Economia

-

A soli tre giorni dalla prima tranche di acquisti di bond, il Quantitative easing della Bce (l'acquisto massiccio di titoli di Stato dei Paesi dell'Eurozona da parte di quest'ultima) sortisce un primo, palpabile, effetto, nel nostro Paese: lo spread tra il Btp a 10 anni e l'omologo Bund tedesco è sceso infatti sotto i 90 punti arrivando a toccare a quota 84, cioè ai livelli del 2008.

Ai minimi, in questo caso storici, anche il tasso di rendimento dei nostri titoli decennali, che si è assestato all'1,04%.

Similmente, il Quantitative easing ha generato un forte calo dello spread anche tra i titoli decennali spagnoli e tedeschi: il differenziale tra Bonos e Bund ha toccato, infatti, gli 82 punti per un rendimento del primo pari allo 1,02%.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Cos'è il Qe, il quantitative easing della Bce

Come funzionano, a grandi linee, le misure che la Banca Centrale Europea ha messo a punto per spingere l'economia

Tutti i numeri del quantitative easing di Mario Draghi

Dalla cifra più grande a quella più piccola, ecco il vademecum per capire cosa comprerà la Bce a partire da oggi e per quanto lo farà

Scatta il "quantitative easing" di Draghi

Commenti