Mario Draghi: perché l'economia in Europa peggiorerà

Previsioni in peggioramento e rischi geopolitici alla base delle paure del Presidente della BCE

fed-bce

Un graffito su un muro di Francoforte raffigura Mario Draghi, Presidente della Bce, che mangia un lingotto d'oro – Credits: AFP PHOTO / BORIS ROESSLER

Redazione Economia

-

I tassi di interesse sono rimasti invariati al minimo storico dello 0,05% come da attese. Meno previste invece, le parole forti pronunciate dal Presidente della BCE, Mario Draghi. "Prevalgono i rischi di peggioramento nelle nostre previsioni economiche" ha detto, "e i rischi geopolitici possono pesare su fiducia e investimenti".

E ancora: "Il consiglio direttivo della Bce è unanime nell'utilizzare ulteriori misure non convenzionali" per sostenere l'economia. Il bilancio dell'Eurotower, ha aggiunto Draghi, dovrebbe tornare verso i livelli di inizio 2012 mentre le misure adottate e quelle che verranno adottate in futuro contribuiranno a riportare l'inflazione verso il target del 2%.

"Abbiamo adottato varie misure che riteniamo avranno un significativo impatto sull'economia e che dovrebbero contribuire a riportare il bilancio della Bce verso i livelli del 2012", ha detto Draghi. "Tuttavia - ha aggiunto - guardando in avanti, e prendendo sempre in considerazione le nuove informazioni che riceveremo dal fronte dei dati macroeconomico, se dovessero diventare necessarie nuove misure non convenzionali e quelle già in vigore non rivelarsi sufficienti, allora saremmo pronti a intervenire. Il comunicato odierno contiene una nuova frase importante, e cioè che lo staff e i comitati a questo preposti dell'eurosistema sono stati incaricati di preparare tempestivamente ulteriori misure da adottare, qualora necessario".

Draghi ha sottolineato come il comunicato rechi la firma unanime di tutti i governatori che dunque sono concordi nel seguire l'attuale linea della Bce di continuare a fornire ampio stimolo all'economia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La Bce, i problemi dell'Italia e i 4 punti su cui lavorare

L'ultimo bollettino della banca centrale ribadisce: i target di bilancio sono a rischio. Bisogna lavorare per ridurre il costo del capitale, svilupparne il mercato, rivitalizzare le cartolarizzazioni, investire in infrastrutture

Cosa devono fare gli Stati per aiutare la Bce

La Banca centrale europea lascia invariati i tassi e spiega i dettagli degli acquisti di titoli cartolarizzati. Ma chiede le riforme strutturali promesse

Parte la vigilanza bancaria unica della Bce: cosa cambia

Quasi 5.000 banche sono controllate da Mario Draghi e Danièle Nouy. Obiettivo: evitare nuove crisi sistemiche. Occhi puntati sull'Italia

Commenti