Rita Fenini

-

I media ne hanno parlato pochissimo, ma nei giorni scorsi migliaia di agricoltori provenienti da tutta la Grecia - isole comprese - si sono riuniti ad Atene per protestare contro il governo di Alexīs Tsipras, che sta negoziando, con gli organismi finanziari internazionali, significative riforme sulle pensioni. In particolare, la riforma prevede un aumento delle tasse ed un ulteriore taglio alle pensioni proprio a partire dal 2016: molte le categorie di lavoratori a scendere in piazza, ma sono stati soprattutto gli agricoltori - che hanno sempre goduto di sgravi fiscali particolari - quelli che "hanno fatto più rumore".

Alcuni sono riusciti a percorrere le vie della capitale con i loro trattori e non sono mancati momenti di altissima tensione - con tanto di lanci di pietre, ortaggi e lacrimogeni - con le forze dell' ordine, schierate in tenuta antisommossa nei punti nevralgici della città e davanti al Ministero dell' Agricoltura, oggetto di pesanti sassaiole. Nei prossimi giorni non si escludono nuove proteste. La strada del dialogo è lunga e tortuosa e l'agricoltura ellenica è quasi in ginocchio ....

© Riproduzione Riservata

Commenti