Euro

Euro, le idee di Lega e 5 Stelle

Salvini voleva portare l’Italia fuori dall’Unione Monetaria subito. Di Maio prometteva un referendum. Ma in vista delle elezioni hanno cambiato idea

Europee: Salvini, voto a Pd o Fi è la stessa cosa

Andrea Telara

-

“Chiederò l’uscita dell’Italia dall’euro l’indomani mattina”. Il leader della Lega, Matteo Salvini, negli anni passati rispondeva così a chi gli chiedeva cosa sarebbe accaduto se fosse diventato presidente del consiglio. Cosa bisogna aspettarsi adesso che il leader della Lega sta per andare al governo anche se non diventerà premier?  Davvero farà una richiesta del genere? 

Prima e dopo le elezioni del 4 marzo, Salvini ha assicurato più volte che no, dall’euro l’Italia non uscirà. Non è il momento e non  ci sono le condizioni, benché a suo dire la moneta unica sia ancora responsabile delle sofferenze dell’economia nazionale. Lo pensa pure Alberto Bagnai, senatore della Lega ed economista, autore nel 2012 di un saggio dal titolo assai eloquente: Il Tramonto dell’Euro. Anche lui, nelle esternazioni con la stampa, ora dice che l’uscita dall’Euro non è tra le priorità messe in agenda dalla Lega. 

Euroscettici a Palazzo Chigi 

Eppure, il nuovo governo che sta per nascere ha l’appoggio delle due forze politiche italiane più euroscettiche. L’alleato di Salvini sarà infatti il Movimento 5 Stelle di Luigi di Maio che negli anni scorsi, nel pieno della crisi dell’Eurozona, proponeva invece di indire un referendum per decidere se restare o meno nell’Unione Monetaria. 

Tre anni fa l’M5S ha girato pure uno spot con protagonista la senatrice grillina Paola Taverna che propagandava il ritorno ai tempi della vecchia e meravigliosa liretta, quando bastava un biglietto da 10mila per tagliarsi i capelli dal barbiere o era sufficiente una banconota da mille con sopra l’effigie di Maria Montessori  per bere un caffè al bar e avere pure qualche spicciolo di resto. 

Rivedere i Trattati 

Qualche mese prima delle elezioni, però, anche Di Maio e compagni hanno cambiato idea: per loro il referendum sull’euro ora è diventato una sorta di extrema ratio, l'ultima spiaggia da esplorare nel caso in cui le autorità di Bruxelles si impuntassero nell’austerità di bilancio e impedissero al nostro Paese di fare gli investimenti necessari per tornare a crescere. 

Lega e 5Stelle, insomma, hanno ammorbidito notevolmente le loro posizioni. Nei programmi che hanno presentato per le elezioni del 4 marzo, c’è solo la proposta di rivedere i Trattati Ue, non soltanto quelli che regolano la moneta unica. Per capire se e come questa richiesta verrà davvero avanzata e accolta, occorre però aspettare la formazione del nuovo governo. Questione di settimane. 

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Governo, le cose che Conte deve ancora fare per convincere davvero Mattarella

Dimostrare autonomia vera da Salvini e Di Maio, rispettare l'Euro, i vincoli di bilancio e gli accordi internazionali. Il problema Paolo Savona

Tasse, i punti in comune tra Lega e 5 Stelle

Salvini propone la Flat Tax mentre Di Maio vuole 3 aliquote. Accordo solo contro studi di settore e redditometro

Pensioni, i punti in comune tra Lega e M5S

A riposo con 41 anni di carriera o con la cosiddetta quota 100. Sui temi previdenziali, i due vincitori delle elezioni vanno d’accordo

La tensione Lega-M5S: al centro Silvio Berlusconi

Al secondo giro di consultazioni il leader di Forza Italia punta il dito contro il Movimento. E si riaccendono le polemiche

Per la Lega del Filo d'Oro, i testimonial del bracciale Cruciani - FOTO

Ideato dal brand umbro per Panorama d'Italia, acquistato e indossato in segno di solidarietà da tutti gli ospiti. Tappa dopo tappa

Reddito di Cittadinanza, i punti in comune (pochi) tra Lega e 5 Stelle

Salvini non è contrario a priori al sussidio proposto dall’M5S. Ma vuole che sia a tempo determinato

Movimento 5 Stelle e Lega: l'antipolitica che sa di Prima Repubblica

Erano di lotta ma sono già diventati di governo. Hanno un'organizzazione strutturata e organi di propaganda che ricordano i tanto vituperati vecchi partiti. E sono ritornati in auge i governi "balneari" e le "convergenze parallele"

La legge elettorale che vogliono Lega e M5S

Entrambe preferiscono un sistema che assegni un premio di maggioranza. Ma se i grillini puntano a premiare la lista, la Lega parla di coalizione

Il Reddito di cittadinanza secondo la Lega

Il partito di Salvini è contrario al sussidio proposto dall’M5S. Ma una mediazione è in teoria possibile, partendo dall’esperienza della Lombardia

Lega: stretta di mano tra Salvini, fontana e Maroni

Elezioni: il primo senatore nero d’Italia è della Lega

I punti di contatto del programma economico del M5S con Pd e Lega

Sintonia con Salvini sulle pensioni e il lavoro. Possibili intese col Partito Democratico sul salario minimo e Reddito di Cittadinanza

Torna la campagna "Tutti i colori del buio" della Lega del Filo d'oro

Si tratta di uno spot che promuove il tema dei lasciti solidali grazie ai quali l'Associazione crea strutture e aiuti per le persone pluridisabili

Lega Calcio, perché Tavecchio può essere l'uomo giusto per la Serie A

A meno di tre mesi dal fallimento Mondiale può diventare presidente con poteri politici. È criticabile ma è una ragione di opportunità

Commenti