Edilizia in crisi: 5 mila caschetti gialli (e rossi) a Trieste

Hanno riempito piazza Piazza dell'Unità d'Italia a Trieste per ricordare tutti i posti di lavoro persi dal 2008 nelle imprese edili

Rita Fenini

-
 

Come già accaduto a Milano, caschetti in piazza anche a Trieste per protestare contro la crisi che sta affossando l'edilizia. I caschetti vogliono rappresentare i posti di lavoro andati perduti dal 2008 nel settore delle costruzioni. Come in Lombardia e in altre regioni italiane, anche in Friuli Venezia Giulia i numero sono drammatici: 3.500 operai licenziati  e 700 imprese chiuse. Le foto della protesta.

© Riproduzione Riservata

Commenti