soldi
iStock - tiero
soldi
Economia

5 idee per incrementare il proprio reddito

Da disoccupati a imprenditori di successo, ecco cinque regole da copiare subito

La raccolta

Terminata l’università, Han-Gwon Lung ha avuto un inizio in salita: nessuna esperienza lavorativa significativa da scrivere nel proprio curriculum, periodi di disoccupazione e un paio di licenziamenti. “L’ambizione di scrivere si è scontrata con la realtà, racconta a Business Insider. Fino a che non ho cambiato cinque semplici cose nella mia vita che mi hanno portato costruire un business di successo”.  Oggi, Lung è il ceo di Tailored Ink, un’agenzia che fornisce contenuto alle imprese.

1 - Imparate l’arte della vendita

Il mondo si divide in due parti: chi compra e chi vende, ha scritto Tim Ferris, autore dell’acclamato “Lavora quattro ore a settimana”. La maggior parte delle persone, fa notare Lung, è bravissima a fare shopping, ma non ha imparato a sviluppare una mentalità imprenditoriale. “Anche io pensavo che le mie qualità avrebbero parlato per me, ma in un mondo interconnesso dobbiamo essere tutti bravi venditori e la realtà è che se non impariamo a venderci bene, ci svendiamo”.

2 - Dedicate tempo al new business

Non accontentavi del lavoro che avete, organizzate la giornata per cercare nuovi business tutti i giorni. Potete anche velocizzare il processo con un modello. “Ho considerato attentamente la mia casella di messaggi ricevuti e ho notato che quelli che ottenevano più risposte erano quelli brevi e concisi. Così, ho realizzato un modello di email che personalizzo per ogni candidatura. Questo ha velocizzato le operazioni e aumentato il ritorno delle risposte”, prosegue Lung.

3 - Stabilite una tariffa oraria

"Chi lavora come libero professionista ha la possibilità di stabilire il proprio compenso orario. Invece di richiedere 30 dollari all’ora, provate a chiederne  cinquanta all'ora, per un anno". Se i clienti rispondono positivamente, si aggiunge un aumento del 5% annuo. A questo modo, in cinque anni, anche un freelance arriva a uno stipendio a sei zeri. “Se offrite un servizio premium, dovete farlo pagare come tale”, nota Lung.

4 - Rifiutate i clienti

Chi lavora per un’azienda non si trova a dover fare questa scelta, ma nel caso del business to business è una variabile chiave. Perché, di solito, i clienti peggiori – quelli indecisi e difficili da soddisfare – tendono a essere quelli che pagano di meno. “Quindi, vi trovate a dedicare la maggior parte del vostro tempo a clienti che rendono poco. Concentratevi solo sui buoni clienti e su quelli che accettano il vostro livello di prezzo”.

5 - Fate quello che amate

Nella scelta fra fare quello che si ama e quello che paga i conti, trovare il modo di incrociare le due variabili. “Nessuno vi può spiegare come fare, ma considerate che il vostro lavoro è quello che impegna almeno un terzo delle vostre giornate ed è importante dedicarvi a qualcosa che vi appassiona”.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti