cantiere
Imagoeconomica
cantiere
Economia

Casa: tutte le novità per il 2017

Dopo la legge di stabilità, che ha confermato le detrazioni sulle ristrutturazioni, novità ulteriori arrivano anche dal Milleproroghe

La casa resta sempre al centro delle attenzioni dell’agenda politica. La conferma arriva dal fatto che tanto la legge di stabilità che il decreto Milleproroghe in fase di approvazione,contengono non pochi riferimenti a norme sugli immobili. In particolare , le norme di bilancio hanno confermato per il 2017 le detrazioni per le ristrutturazioni, le agevolazioni pèer adeguamenti eco-sostenibili, il cosiddetto eco bonus, nonché incentivi per ammodernamenti edlizi nelle zone a più alto rischio sismico. In queste ore invece, grazie al via libera al Milleproroghe, ulteriori novità arriveranno, per gli affitti concordati con cedolare secca e per il bonus Iva sulla vendita di immobili ad alta efficienza energetica. Ma vediamo nel dettaglio i provvedimenti più significativi:

Cedolare secca, meno adempimenti

Non sarà più obbligatorio, per i proprietari di case in affitto, registrare il contratto di locazione nel 730 per avere diritto alla cedolare secca. Il tutto grazie a un emendamento al decreto legge Milleproroghe che abroga la norma in vigore, che subordinava la facoltà di usufruire dell'abbattimento in misura pari al 30% del reddito imponibile, derivante da contratti di affitto a canone concordato, all'indicazione da parte del locatore nella dichiarazione dei redditi degli estremi di registrazione del contratto di locazione. A partire da quest'anno, quindi, chi affitta la casa a canone concordato avrà diritto allo sconto sulle tasse senza dover registrare l'informazione nella dichiarazione dei redditi.

Iva acquisto case classe A e B

Lo sconto Irpef del 50% sull’Iva versata per gli acquisti di case ad alta efficienza energetica (classe A o B) è stato prorogato di un anno. Era, infatti, scaduto alla fine del 2016 e ora andrà avanti fino alla fine del 2017. Attenzione però, perché l’agevolazione, che prevede una detrazione dall’Irpef, si applica esclusivamente alle unità immobiliari a destinazione residenziale e solo a quelle che vengano cedute direttamente dalle imprese. Quindi, tutto il mercato dell’usato è escluso.

Bonus ristrutturazioni al 50%

La legge di stabilità ha prorogato per un altro anno, e quindi per tutto il 2017 il cosiddetto bonus ristrutturazioni che prevede una detrazione, spalmata su dieci anni, del 50% sull’Irpef, delle spese sostenute per i lavori.

Bonus mobili

Via libera per un altro anno anche alle detrazioni Irpef per l’acquisto di mobili, fino a un massimo di 10mila euro, sempre che nell’immobile in cui si andranno a posizionare, siano stati effettuati lavori di ristrutturazione al 31 dicembre 2016.

Ecobonus

Per l’Ecobonus, la cosiddetta detrazione fiscale per la riqualificazione energetica, la proroga vale fino a 2021, con delle percentuali di detrazione tra al 70% e al 75% per i condomini. Per le singole case private, invece, è stata confermata la detrazione al 65% per tutto il 2017.

Sisma bonus

Per gli edifici che si trovano nelle zone a più alto rischio sismico del Paese, è stato introdotto anche il cosiddetto Sisma Bonus, che prevede scale di detrazione che si applicano a seconda della classe antisismica raggiunta dopo l’intervento: 50, 70, 80% per le case e 50, 75, 80% per i condomìni.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti