(Ansa)
Economia

Borse e  mercati, i numeri ai tempi della pandemia da Coronavirus

Da Milano a New York, da Hong Kong a Londra e Francoforte ecco le cifre (in rosso ma in deciso recupero) delle principali borse mondiale nei primi 4 mesi dell'anno

E' un giugno all'insegna dell'ottimismo quello che si è avviato sulle principali piazze borsistiche mondiali. Con il petrolio che in un solo giorno è tornato ai livelli precedenti al lockdown a trascinare al rialzo i listini europei è la ventata di positività che arriva dall'estremo oriente che vede sempre più vicina la ripresa economica e interpreta in maniera positiva il clima e le prospettive finanziarie delle prossime 6, 9 settimane. Tutti i principali indici cinesi hanno messo a segno progressioni di oltre mezzo punto percentuale nella seduta di oggi, mentre l'indice Hang Seng della Borsa di Hong Kong è decollato di oltre l'1,4%.

Il rally borsistico è la naturale e prevista conseguenza del profondo rosso in cui i mercati sono caduti da gennaio ad aprile a causa della pandemia da Coronavirus ed il conseguente stop all'economia globale che ha devastato i mercati azionari di tutto il mondo bruciando miliardi di euro.

A gennaio, all'alba della crisi di Wuhan, le borse avevano retto con un leggero segno meno, rimbalzo fisiologico del super 2019. Da febbraio poi l'ondata di negatività dall'Asia è arrivata in Europa per colpire, ultimi, gli Stati Uniti. Ora, però, è tempo di ripresa come confermano i maggiori indici borsistici mondiali.

Milano

Piazza Affari nell'ultima seduta ha guadagnato il 2,19% continuando la corsa al rialzo cominciata da qualche settimana. La variazione dell'ultimo mese infatti è del +7,24%. I dati degli ultimi 30 giorni vanno parzialmente a compensare le gravi perdite dei primi mesi dell'anno. Se, infatti, la variazione calcolata sui 12 mesi ad aprile parlava di un -8,24%, oggi lo stesso parametro dice -4,2%.

Certo, rispetto ad inizio anno siamo ancora lontani dal segno positivo (la perdita è del 16,5%) ma dobbiamo ricordare quando ad inizio lockdown eravamo nell'abisso del -27%. C'è quindi spazio per un moderato ottimismo.

I dati che arrivano dagli altri listini europei fotografano un quadro coerente a quello italiano.

Parigi

Il Cac 40 della Borsa di Parigi, ad esempio, ha chiuso l'ultima seduta a + 1,93% e negli ultimi 30 giorni ha guadagnato 6,27 punti percentuali portando la performance a un anno non molto lontano dalla parità, a –7,3% mentre ad aprile il rapporto con lo stesso periodo dell'anno precedente era del - 24,87%. Da inizio anno, invece, la perdita si assesta al -17,99%.

Francoforte

In Europa il mercato che ha retto meglio l'urto della pandemia è stato Francoforte che negli ultimi 12 mesi ha addirittura guadagnato 1,94 punti percentuali, unico listino europeo a essere in territorio positivo sulla variazione a un anno. Rispetto a un mese fa il Dax30 porta a casa un +10,68%. Unico dato che resta negativo è quello sulla variazione a sei mesi (quindi da inizio 2020) che riporta un -9,25%.

Londra

Spostandosi in Inghilterra dalla Borsa di Londra l'indice Ftse 100 ha chiuso l'ultima seduta con un + 1,01%. Londra nell'ultimo mese ha guadagnato il 5,4% mentre la performance a un anno segna un -13,43%. La percentuale di perdita del 2020 è del 15,9%.

New York

Fuori dall'Europa il punto di riferimento essenziale è rappresentato dalla Borsa di New York. L'indice Dow Jones ha chiuso l'ultima seduta guadagnando l'1,05% e proseguendo la scia positiva dell'ultimo mese in cui ha guadagnato il 5,74%. Come Francoforte anche New York tira un respiro di sollievo sulla variazione a 12 mesi che è positiva con un +3,72%. Da inizio anno, invece, la perdita è dell'8,28%.

Hong Kong

Come detto l'ottimismo occidentale arriva dalla positività dei listini asiatici con l'indice Hang Seng della Borsa di Hong Kong che guadagna oltre l'1,4%. Eppure Hong Kong ancora paga scotto alla debacle da Coronavirus e i dati storici riportano una perdita su scala annuale (quindi sui 12 mesi) del 10,91%, su scala mensile del 2,69% e da inizio anno dell'11,23%.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti