Aziende

Yahoo! in profondo rosso: chiude anche la sede di Milano

Il piano dell'ad Marissa Mayer per risollevare l'azienda dalle perdite miliardarie include anche la chiusura di diversi uffici nel mondo, Italia compresa

Marissa Mayer

Redazione Economia

-

Yahoo! chiude il trimestre in rosso. E corre ai ripari annunciando un ''aggressivo piano strategico'' insieme al quale verranno valutate anche le opzioni per la società, inclusa la vendita di asset non strategici.

Il piano di rilancio presentato dall'amministratore delegato, Marissa Mayer, prevede il taglio del 15% della forza lavoro e una riduzione delle spese per 400 milioni di dollari entro il 2016.

Misure drastiche alle quali si aggiungono la chiusura di alcuni uffici, anche quello di Milano. ''Quello che annunciamo è un piano strategico che riteniamo accelererà la trasformazione di Yahoo!'' afferma Mayer, sottolineando che il piano ''richiede ampi cambiamenti nei prodotti e nelle risorse e renderà piu' brillante il nostro futuro, migliorando la nostra competitività e il nostro appeal per i clienti, gli inserzionisti e i partner''.

L'annuncio del piano accompagna i conti del quarto trimestre, che si è chiuso con un rosso di 4,4 miliardi di dollari in seguito alle svalutazioni di Tumblr e altri asset. I ricavi sono saliti dell'1,6% a 1,27 miliardi di dollari.

Tagli dappertutto

Con il taglio del 15% della forza lavoro, Yahoo! punta a chiudere il 2016 con 9.000 dipendenti e meno di 1.000 contractor, ovvero una forza lavoro del 42% inferiore a quella del 2012.

"Il consiglio di amministrazione ritiene che valutare ulteriori alternative strategiche in parallelo all'esecuzione del piano del management sia nel miglior interesse dei nostri azionisti'' mette in evidenza Maynard Webb, il presidente di Yahoo!.

Fra le alternative allo studio la possibilità di disinvestire in asset non strategici, quali brevetti e real estate.

Entro la fine dell'anno Yahoo! stima che questi sforzi possano generare fra gli 1 e i 3 miliardi di dollari in contanti. L'annuncio non scuote i titoli Yahoo!, in calo del 35% nell'ultimo anno: le azioni perdono nelle contrattazioni after hours l'1% a 28,76 dollari. (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ces 2014, Marissa Mayer mostra i muscoli: Yahoo! ora fa paura

A Las Vegas lancia la sfida a Google, Facebook e ai media tradizionali. Sul palco anche David Karp di Tumblr 

Yahoo! è in crisi, si pensa alla vendita a Alibaba

Lo storico motore di ricerca non riesce a rilanciare le attività e potrebbe cedere il 15 per cento delle azioni al sito cinese di vendite online

Yahoo!, le cose da sapere sulla crisi

Perché il colosso di internet, un tempo società regina della new economy, oggi soffre. Ricavi al palo e strategie ondivaghe agitano gli azionisti

Commenti