Idee di impresa: Wanderio, start-up per i turisti fai-da-te

La piattaforma consente di costruire itinerari su misura tra diverse alternative e prenotando ogni singola tratta

Wanderio: il team che ha ideato la start up

Cinzia Meoni

-

È un dato di fatto ormai da tempo: la rivoluzione tecnologica ha reso la pianificazione dei viaggi un compito alla portata di tutti. O quasi. Fino agli Anni ‘90 a dominare la scena erano le agenzie di viaggio, l’avvento di internet ha certamente democratizzato il mercato e aperto le porte a nuove idee di impresa come Wanderio, start up italiana nata nell’ambito di InnovAction Lab e aperta al pubblico da fine giugno. Wanderio si propone di aiutare gli utenti a pianificare l’intero viaggio dalla porta di casa fino all’ultimo miglio, costruendo il proprio pacchetto trasporti. Il mercato di riferimento è enorme. "I trasporti a terra solo in Italia rappresentano un mercato da 8 miliardi di euro", ci spiega Matteo Colò, presidente tra i fondatori del gruppo. "Ogni anno dai nostri scali passano 180 milioni di persone che spesso non sanno come arrivare fino alla destinazione finale".
La piattaforma di Wanderio consente di costruire itinerari su misura, esaminando le diverse alternative (per tempo, prezzo e persino tenendo conto del minor impatto ambientale) e prenotando ogni singola tratta. “Grazie ad accordi con operatori B2B copriamo 1.000 compagnie aeree, 300 compagnie ferroviarie, 20mila società che operano nel trasporto terra e via mare” sottolinea Colò. 
Finanziariamente, i ricavi vengono generati dalle commissioni riconosciute dai partner commerciali sotto forma di revenue sharing in cambio della vendita dei propri servizi. L'obiettivo è arrivare entro il 2016 all'utile con un fatturato di 6 milioni di euro.  

© Riproduzione Riservata

Commenti