Uber cavalca lo sciopero: corse gratis ai nuovi iscritti

L'iniziativa della società a Milano, Torino, Genova e Roma per chi possiede un biglietto o un abbonamento ai mezzo di trasporto pubblici

Una schermata del servizio Uber

Redazione Economia

-

Corse gratuite nel giorno dello sciopero dei mezzi Atm a Milano. È l'iniziativa promossa da Uber, il vettore privato che fa concorrenza, tra molte polemiche, ai taxi cittadini "per garantire comunque spostamenti efficienti". "Uber regalerà corse gratis ai nuovi utenti muniti di biglietto o abbonamento dell'autobus - dice Benedetta Arese Lucini, general manager di Uber - Con questa iniziativa vogliamo fare la nostra parte per aiutare i Milanesi a muoversi in un momento di difficoltà. Sarà sufficiente presentare al conducente un biglietto Atm o un abbonamento per ricevere il codice promozionale che permetterà di ottenere una corsa gratis all'interno del Comune di Milano". L'iniziativa di Uber è riservata solo ai nuovi utenti del servizio e non a quelli già iscritti ed è già stata applicata a Genova, lo scorso 10 marzo, in occasione dello sciopero del trasporto pubblico locale, facendo registrare un 200% di iscritti in più e un 57% di corse in più rispetto allo stesso giorno della settimana precedente. La stessa iniziativa si terrà a Torino, Genova e Roma. (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Come guadagnare 250mila dollari l'anno (sfruttando Uber)

Un po’ show room, un po’ focus group, ecco come un autista intraprendente ha trasformato l’auto in un business di successo

Tassisti contro Uber a Torino: le foto della manifestazione

In oltre mille hanno partecipato al corteo: nasi rossi da pagliaccio, fumogeni gialli e blu e la richiesta di intervento del ministro Lupi

Uber bloccato in Spagna? No se consegna cibo

I taxi privati sono fermi allora l’app cambia veste per offrire un servizio di trasporto vivande a domicilio. Si comincia da Barcellona

Ci sono più auto Uber che taxi a New York

Per la prima volta le autovetture nere che si chiamano con una app sorpassano in numero le tradizionali auto pubbliche gialle

Commenti