Aziende

Nokia e Alcatel-Lucent verso la fusione

Le due aziende confermano le indiscrezioni di ieri. Un'operazione con obiettivo soprattutto i mercati cinesi e nordamericani

Rajeev-Suri-Nokia-ceo

Redazione Economia

-

Tutto vero. Nokia è in trattativa con Alcatel-Lucent per una possibile fusione attraverso un'offerta pubblica di scambio per il gruppo francese. Ieri c'erano state indiscrezioni della stampa.
Oggi invece lo confermano le due aziende in due comunicati separati.
In Borsa, Alcatel-Lucent guadagna il 14% mentre Nokia perde il 3,5%.

Il gruppo finlandese, leader mondiale dei telefoni cellulari per dieci anni prima di essere superato dalla coreana Samsung, aveva venduto un anno fa i suoi asset nella telefonia mobile e nei tablet alla Microsoft, tenendo in cassa i 5,4 miliardi ricavati da quella cessione.

Tecnologie di rete
Per Nokia, ora concentrata sulle tecnologie di rete (come Alcatel-lucent), in competizione con Ericsson e Huawei, questa sarebbe la maggiore operazione di aggregazione nella sua storia.

L'operazione arriverebbe a valutare Alcatel-Lucent per oltre 13 miliardi di dollari, almeno secondo la valutazione dell'agenzia Bloomberg.

Il mercato cinese
L'amministratore delegato di Nokia, Rajeev Suri, ha detto che l'acquisizione di Alcatel rafforzerebbe la posizione del gruppo in Cina, un mercato con circa 1,3 miliardi di contratti wireless, oltre a portare contratti con i due principali operatori di telefonia negli Usa, Verizon e At&t.

Anche se le trattative sono in fase avanzata, nessun accordo è ancora stato raggiunto e non è ancora detto che l'operazione si concluda positivamente.

Salvaguardare posti di lavoro in Francia
I vertici di Nokia, in particolare, starebbero cercando il sostegno del governo francese, che in passato ha cercando di bloccare acquisizioni di società nazionali da parte di concorrenti esteri. Tuttavia, secondo Bloomberg, esponenti del governo starebbero collaborando con gli adviser per fare in modo che l'eventuale operazione protegga i posti di lavoro in Francia, in particolare nel settore della ricerca.

Di recente comunque si era parlato di possibili acquisizione da parte di Nokia, In particolare dopo che l'azienda finlandese ha programmato la vendita di Here, una sua attività nel settore delle mappe online.

Alcatel, sotto la guida dell'amministratore delegato Michel Combes, oltre a una cura dimagrante nei posti di lavoro (come Nokia), ha cercato di diminuire la dipendenza del gruppo dagli operatori di telefonia nazionali per concentrarsi su gruppi come Google e Amazon.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nokia in Microsoft: le 5 variabili sul futuro dell'azienda

Appuntamento oggi per l’acquisizione da 7,5 miliardi di dollari che coinvolge 32mila dipendenti dell’azienda finlandese e che segna il suo domani

Microsoft: ecco cosa c’è dietro l’addio al marchio Nokia

L’azienda americana utilizzerà il brand solo sui prodotti entry level, mentre il know how servirà per sfidare Apple e Samsung

Commenti