Nei tre piani del nuovo Museo Storico Alfa Romeo c'è posto per tutte. Protette dall'abbraccio rosso Alfa dei tre piani progettati dall'architetto Benedetto Camerana, sono riunite le vetture che dal 1910 a oggi hanno dato lustro a un mito dell'automobilismo mondiale e del design dei maestri italiani.

Inaugurata da Sergio Marchionne in occasione della presentazione della nuova Giulia, l'esposizione si sviluppa per tre macro aree tematiche:

1. Timeline: al primo piano del Museo sono conservate 19 Alfa Romeo scelte a simbolo dell'evoluzione del marchio del biscione. La sezione è integrata da un sistema smart tech interattivo sulla storia dei singoli modelli. Parte della sezione Timeline è anche dedicata al lavoro delle migliaia di uomini che fecero grande la casa milanese. 

2. Bellezza: è il piano dei maestri del design, con 9 esempi attraverso i decenni della casa del Portello. Si possono ammirare le speciali delle carrozzerie Touring e Superleggera, con il percorso che esplora anche il marchio Alfa Romeo nel cinema e porta anche a scoprire i due grandi successi commerciali degli anni '50 e '60, la Giulietta e la Giulia.

3. Velocità: è questa la sezione dedicata al mondo delle corse. Dalle imprese di Tazio Nuvolari all'esordio in Formula 1. Alla fine del percorso si trova quindi l'area delle bolle emozionali, esperienza dominata dalla realtà virtuale con filmati a 360 gradi e filmati 4D sui più grandi successi della casa fondata nel 1910.

Per ulteriori informazioni vedere il sito ufficiale del Museo Storico Alfa Romeo.

© Riproduzione Riservata

Commenti