Mps, morto il capo della comunicazione

David Rossi, che non era indagato nello scandalo senese, si sarebbe buttato dalla finestra del suo ufficio

Davide Rossi, capo ufficio stampa di Mps morto suicida in uno scatto del 2010 (Credits: Carino Carlo-Imagoeconomica)

Ilaria Molinari

-

David Rossi, capo dell'area comunicazione di Mps, si sarebbe tolto la vita stasera, poco dopo le 21, gettandosi nel vuoto dal suo ufficio della sede di Rocca Salimbeni e finendo in un cortile interno.

Rossi, che non era indagato, una decina di giorni fa era stato perquisito nell'ambito dell'inchiesta sul Monte dei paschi. Gli uomini del Nucleo valutario della Guardia di finanza, il 19 febbraio, si erano presentati nel suo ufficio e nella sua abitazione. Nello stesso giorno erano stati perquisiti nuovamente anche l'ex presidente e l'ex dg di Rocca Salimbeni, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni.

Rossi non è stato indagato, ma certo le perquisizioni, fecero notare allora alcune fonti dopo la visita delle Fiamme gialle, si fanno ''a sorpresa'' quando si cercano ''prove, documenti o riscontri''.

Considerato uomo vicino all'ex presidente Mussari, Rossi, che aveva 51 anni, era rimasto al suo posto anche con la nuova dirigenza. Il rapporto con Mussari era cominciato dal 2001, quando l'ex presidente di Mps e Abi era a capo della Fondazione, azionista di riferimento con il 34,9% del capitale della banca, e Rossi era il responsabile della comunicazione dell'ente.

Niente lasciava immaginare il drammatico epilogo, ai colleghi che lo avevano contattato anche negli ultimi giorni per le ultime notizie sull'istituto di credito aveva risposto con la stessa cordialità e professionalità di sempre.

Rossi, sposato, aveva due figli ed era molto conosciuto in città. Al suo impegno di dirigente della banca, univa anche quello di vicepresidente del Centro internazionale di arte e cultura di Palazzo Te e di membro del consiglio di amministrazione di Vernice per i progetti culturali.

(ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mps, l’inchiesta va in paradiso (offshore)

I magistrati senesi battono la pista offshore per ricostruire l’affaire Alexandria. Mentre si aggrava la posizione di chi avrebbe dovuto controllare

Giuseppe Mussari, l'ex combattente

Luigi Marino, ex presidente di Confcooperative oggi candidato con Scelta Civica, dice la sua sullo scandalo Mps. E del principale indagato racconta che...

Scandalo Mps, l'informativa della Guardia di Finanza

Il documento da cui è partita tutta l'inchiesta che coinvolge la banca senese

Mps files: il mistero delle denunce scomparse

Per almeno quattro volte diversi organismi hanno avuto sotto gli occhi le operazioni sospette del Monte dei Paschi di Siena

Commenti