Marketing: tutti a scuola da Lady Gaga

Ecco come l’artista definisce lo standard per la creazione di esperienze di marca memorabili

Lady Gaga durante un evento a Londra, lo scorso dicembre – Credits: Stuart C. Wilson/Getty Images

Stefania Medetti

-

Non solo un fenomeno musicale: Lady Gaga, secondo Forbes , è un’esperta a cui il marketing dovrebbe guardare per trovare nuove forme di ispirazione. Tanto per cominciare, i suoi concerti sono ricche esperienze sensoriali. Lady Gaga, infatti, cambia i costumi di scena sei volte nel corso di due ore di spettacolo, dimostrando la potenza dell’innovazione. A questo modo, però, l’artista crea un desiderio anticipatorio nel suo pubblico verso un’esperienza che si assicura che sia sempre fresca, interessante e in grado di catalizzare l’attenzione. Traslando questi stimoli sul fronte del marketing, Forbes invita a domandarsi fino a che punto i brand siano disposti a mettersi in gioco con le novità, a trasformarsi, a rendere più sorprendenti i propri punti di contatto con il pubblico. 

Come se non bastasse, Lady Gaga fa un cambio di abito direttamente in scena, accorciando vertiginosamente le distanze con gli spettatori. E non certo per la sua parziale nudità, quanto piuttosto per la sua disponibilità a sollevare il sipario. Se il marketing, con misura, applicasse la stessa strategia, avvicinerebbe a sé i propri clienti e apparirebbe più umano. Stando alla lezione di Lady Gaga, dunque, aprire alla comunicazione a due vie è il modo per rendere la relazione più personale. Durante i concerti, molti fan hanno l’abitudine di lanciare oggetti sul palco dei loro artisti preferiti. La maggior parte delle star, però, li ignora. Non Lady Gaga che, invece, li interpreta per quello che sono, ovvero messaggi e li usa come forma di comunicazione. Per esempio, legge ad alta voce le lettere che riceve, indossa i vestiti, chiama per nome i propri fan e non manca di invitarne qualcuno dietro le quinte. Qualsiasi oggetto, ignorato dai più, nelle sue mani diventa un potente mezzo di comunicazione.

I marchi, paradossalmente, tendono a scegliere la strategia diametralmente opposta: mentre investono grandi quantità di denaro nel cercare di conquistare l’attenzione dei propri clienti, si comportano in modo quasi impermeabile alle comunicazioni che arrivano dall’esterno. A questo modo, perdono una grande occasione per costruire, attraverso il dialogo, relazioni di valore. Infine, Lady Gaga usa la narrazione con forza per esprimere i suoi valori e il suo legame con il pubblico. Anche le marche potrebbero farlo, scavando nel proprio vissuto e trovando formule per condividere momenti della propria storia in modo creativo. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Lady Gaga: auguri in topless

La pop star posa senza reggiseno per Versace e augura buon anno via Twitter

Commenti