Istat: i dati sulla produzione industriale ad aprile

+0,5% rispetto a marzo, +1,8% rispetto a un anno fa. Crescono soprattutto le attività per raffinerie e industrie chimiche

industria

– Credits: iStock

Redazione Economia

-

Secondo gli ultimi dati Istat la produzione industriale aumenta dello 0,5% ad aprile 2016 rispetto a marzo e dell'1,8% rispetto ad aprile 2015 nei dati corretti per gli effetti di calendario.

I dati grezzi mostrano invece, nell'anno, un calo dello 0,3% dovuto a una differenza nei giorni lavorati. Nella media dei primi quattro mesi la produzione è aumentata dell'1,6% rispetto allo stesso periodo 2015. Sul mese crescono beni intermedi (+2,2%) e beni di consumo (+1,1%), diminuiscono energia (-1,5%) e beni strumentali (-0,1%).

La produzione di autoveicoli vede di nuovo il segno più ad aprile, dopo il calo di marzo. L'Istat registra un aumento dell'8,8% nell'anno (dati corretti per gli effetti di calendario) e un balzo dell'11,1% nei primi quattro mesi dell'anno. Nell'insieme, i mezzi di trasporto vedono incrementi tendenziali del 4,6% ad aprile e del 6,1% nella prima parte del 2016.

Tra vari settori, ai primi posti per gli aumenti tendenziali salgono le raffinerie e le industrie chimiche. Per i settori della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati c'è infatti una crescita nell'anno del 6,3%, per la fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi del 5,9% e per la fabbricazione di prodotti chimici del 5,2%. Sono in contrazione, invece, l'attività estrattiva (-15,7%), le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-3,3%) e la fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-1,4%).  (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti