BlaBlaCar acquisisce il suo più grande concorrente e punta a dominare l’Europa

L’azienda francese specializzata nella condivisione di passaggi in auto rivoluziona i viaggi a lungo raggio

passaggio auto

– Credits: iStock

Stefania Medetti

-

La francese BlaBlaCar, la community che aiuta a organizzare passaggi in auto da una città all’altra, ha acquisito due concorrenti europei: la tedesca Carpooling, che finora era il suo più grande competitor e l’ungherese AutoHop che opera in Romania, Serbia e Croazia. Lo fa sapere Tech Crunch che sottolinea come, attraverso questa operazione, l’azienda parigina diventa il principale operatore di passaggi auto in Europa, con una presenza nei più importanti mercati del vecchio continente, oltre che in Russia e in India.

Complice le acquisizioni, la community di BlaBlaCar conta adesso venti milioni di iscritti che usano il servizio in 18 mercati.

Lo scorso ottobre, l’azienda organizzava due milioni di corse al mese. La particolarità di questi viaggi è che il percorso tipico si aggira sui 400 chilometri a un prezzo di circa venti euro, che copre in parte le spese del viaggio per chi guida, mentre per i passeggeri si traduce in un forte risparmio. Il costo per viaggiare con BlaBlaCar, infatti, è tre volte più basso di qualsiasi altra alternativa: aereo, treno o auto privata, mentre l’azienda, con un modello di business analogo a quello di Airbnb, intasca il 10% del prezzo pattuito fra le parti.

A oggi, l’acquisizione dell’azienda tedesca è la più grande operazione firmata dai francesi - l’importo non è stato reso noto - che, non è un mistero per nessuno, puntano a crescere per acquisizioni. L’accordo, a quanto dichiarato dal co-fondatore e chief operating officer Nicolas Brusson, darà a BlaBlaCar la possibilità di dedicare maggiori attenzione all’espansione in America Latina e Asia, grazie anche al finanziamento da 100 milioni di dollari ottenuto lo scorso luglio che, come si è visto, permette di sostenere le ambizioni di sviluppo dell’azienda.

Considerato che con il precedente finanziamento da dieci milioni di dollari ottenuto nel 2012, BlaBlaCar è riuscita a passare dalla Francia a undici mercati attraverso tre acquisizioni, sarà interessante vedere fino a dove potrà arrivare adesso, considerato che in molti Paesi su cui BlaBlaCar ha messo gli occhi il trasporto su strada potrebbe trarre beneficio dalla presenza del servizio. In un mercato molto affollato come quello del ridesharing e dell’economia partecipativa, BlaBlaCar punta su un target molto specifico: quello della lunga distanza in cui è diventato uno fra i leader a livello globale. Lo scorsa estate, infatti, BlaBlaCar ha registrato un incremento del numero di viaggi 200% sull’anno precedente.

I numeri, insomma, portano a pensare che ci sia spazio per un cambio di paradigma sul fronte del trasporto. Per dirla con Mark Hallenbeck, direttore del Centro dei trasporti dello Stato di Washington presso l’Università di Washington: “Stiamo spostando l’attenzione dalle infrastrutture alla capacità di sfruttare lo spazio non utilizzato nelle auto che viaggiano, dando valore a un mercato che prima non esisteva”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Blablacar: il boom del sito che propone di condividere l'auto per i viaggi

Dopo il carsharing, il carpooling. E agli italiani sembra piacere parecchio. Per capirlo basta dare un'occhiata a Facebook

Car pooling, come fare per viaggiare in auto spendendo poco

Bastano solo 30 euro per la tratta Roma - Milano. Con treno e aereo si paga più del doppio

Commenti