Apple, Google, Amazon e le 50 aziende più ammirate al mondo

Tutto merito dell'innovazione. Che ha permesso loro di offrire ai consumatori ciò che hanno sempre sognato

(Credits: Yasuyoshi Chiba/AFP/Getty Images)

Claudia Astarita

-

Apple, Google e Amazon: sono queste le società più ammirate del mondo . Seguite da Coca-Cola, Starbucks, IBM, Southwest Airlines, Belkshire Hathaway, Walt Disney e FedEx.

Chi lo ha deciso? Fortune, nella sua classifica annuale in cui, purtroppo, nessuna italiana compare nelle prime cinquanta posizioni. In un gruppo composto da 42 aziende americane e 8 non-americane. Mentre Poste Italiane e Unicredit rientrano in un elenco ancora più lungo.

Il successo di Cupertino è senza dubbio straordinario. Non tanto per essere riuscito ad arrivare in vetta, quanto soprattutto per esserci rimasto per ben sei anni consecutivi. Un risultato che, forse, in una fase in cui Apple è stata attaccata su più fronti, e in cui è stato persino insinuato che la Mela avesse definitivamente perso il suo appeal, può sembrare ancora più sorprendente.

E invece chi ha preparato questa classifica non ha dimenticato che, spesso, dalla Apple ci si aspetta troppo. Forse perché grazie alla guida di Steve Jobs è riuscita a guidare quella che, col senno di poi, faremmo bene a identificare come una vera e propria rivoluzione informatica. Perché in appena dieci anni la casa di Cupertino ha messo sul mercato ben quattro tra apparecchi e sistemi che hanno letteralmente stravolto la quotidianità di milioni di persone. Di cosa stiamo parlando? Beh, ovviamente di iTunes, iPod, iPhone e iPad.

E' dal 1983 che Fortune si preoccupa di capire, ogni anno, quali sono le società più ammirate al mondo e perché. Intervistando dirigenti, direttori e analisti. La classifica di quest'anno è stata elaborata dopo aver raccolto 3.800 opinioni.

Se il successo di Apple, in un'ottica di medio periodo, torna ad essere scontato, lo stesso si può dire per le altre società che occupano le prime dieci posizioni. I risultati di Google, soprattutto dal punto di vista delle App messe in commercio, sono strabilianti. E lo stesso potremmo dire di Amazon: grazie ai suoi prezzi competitivi e all'efficienza del servizio offerto ha praticamente tagliato fuori dal mercato tutti i potenziali concorrenti.

Coca-Cola piace. E' sempre piaciuta e continuerà a vendere tantissimo. Soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove sempre più persone possono permettersi di acquistare la bevanda più famosa del mondo. Lo stesso vale per Starbucks. Se si esclude l'Italia, naturalmente. Anche IBM deve il suo successo al modo in cui è riuscita ad affermarsi sui mercati emergenti, mentre Southwest Airlines ha preferito puntare sulla gentilezza e sull'efficienza del servizio offerto. Aspetti che sempre più compagnie aeree tendono a trascurare.

Dalla classifica di Fortune, però, si può anche essere tagliati fuori. E quest'anno sono gli esclusi sono sette. Tra questi, i più famosi sono Kodak, McDonnell Douglas, Western Electric e Gilette. Che non hanno smesso di essere ammirate...ma sono un po' passate di moda. Per un unico motivo: non hanno più trovato la forza di innovare.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le 50 aziende più innovative del mondo

Nike, Amazon e Google ai primi posti. Facebook e Twitter escluse

Apple, Google, Samsung e Nokia: ecco le novità per il 2013

Dal X-Phone alla nuova Apple Tv, dal Samsung Galaxy S4 al tablet di Nokia: ecco tutti i movimenti dei big del settore per il nuovo anno

Commenti