Amazon e Alibaba, nell'e-commerce la Cina corre più in fretta degli Stati Uniti

Il colosso americano è più grande, più solido e vanta profitti più alti, ma è incalzato da quello cinese, che sta crescendo fin troppo velocemente 

– Credits: MIKE CLARKE/AFP/Getty Images

Claudia Astarita

-

Amazon lo conoscono tutti, Alibaba ancora no. Eppure, il colosso cinese dell'e-commerce presto surclasserà il suo rivale occidentale. O almeno questo è ciò che pensano a SmartIntern , una società di consulenza fondata un paio di anni fa da due americani in Cina.

Brandon King e Michael Olson hanno cercato di riflettere sul futuro delle due aziende prendendo in considerazione una serie di variabili, concludendo che la performance di Alibaba sia molto più significativa di quanto sostengano tanti osservatori. Eppure, per Business Insider il monopolio cinese sugli acquisti in rete è tutt'altro che scontato.

Fondata (con il nome Cadabra) da Jeff Bezos nel 1994 nel suo garage di Bellevue, vicino a Washington, Amazon ha fatto il suo esordio in borsa nel maggio del 1997. L'azienda valeva allora 430 milioni di dollari. Oggi ha superato i 150 miliardi. Alibaba è stata lanciata da Jack Ma ad Hangzhou nel 1999. L'azienda vale oggi 168 miliardi di dollari, e entro la fine del 2014 debutterà a New York con quella che è già stata riconosciuta come la quotazione dell'anno.

Secondo SmartIntern basterebbero questi numeri a dimostrare come, già nel medio periodo, Alibaba sia destinata a imporsi su Amazon. Del resto, se quello di Bezos è il nono sito più visitato al mondo, quello di Ma è il decimo. Amazon conta 84.300 impiegati e nel 2013 i suoi profitti hanno sfiorato i 75 miliardi di dollari, mentre Alibaba è ferma a poco meno di 8 e ha "solo" 24mila unità di personale. Eppure, il colosso americano ha chiuso il 2013 con margini inferiori all'1 per cento, quelli del cinese hanno superato il 50.

Numeri alla mano, la posizione di Amazon continua a sembrare più solida rispetto a quella di Alibaba. Tuttavia, è realistico immaginare che solo chi riuscirà a conquistare il mercato dominato dall'altra riuscirà a trionfare. Eppure, al momento sembra più facile per Jack Ma conquistare le simpatie (e i mercati) dell'Occidente, e da questo punto di vista la quotazione record in programma per fine anno potrebbe fargli guadagnare tantissima visibilità, di quanto possa essere per Bezos attirare nuovi clienti in Cina. 

 

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Se vuoi capire la Cina, clicca su Alibaba.com

Qualunque cosa si venda o si compri si trova nel più grande negozio virtuale del mondo, con un giro d’affari pari al 2 per cento del Pil della Repubblica popolare. Ora vuole invadere il resto del pianeta e prova ad attingere al migliore made in Italy

Alibaba sfida eBay e Amazon: la Cina alla conquista dell'e-commerce

Il colosso cinese ha già superato i due portali di vendita online e mira ad espandersi ancora di pi

Amazon: i droni consegneranno i pacchi di Natale

Rivoluzione nei cieli: tra un paio di anni le consegne avverranno in 30 minuti grazie ai quadricotteri del programma “Prime Air“

Su Amazon troveremo anche la baby-sitter (e l’idraulico)

Il colosso dell’ecommerce aprirà una sezione del suo marketplace dedicata ai servizi. Intercettando la domanda di quanti richiedono piccoli e grandi lavori sul territorio

Commenti