Edoardo Frittoli

-

Ha un paio di mitragliatrici Browning calibro 7,62 nascoste negli indicatori di direzione anteriori, i rostri tagliagomme nei mozzi delle elegantissime ruote a raggi, i fumogeni nel paraurti posteriore e il sedile passeggero eiettabile e un lunotto antiproiettile a scomparsa; può cambiare la targa da svizzera a inglese durante la marcia.

Bastano questi fantastici "optionals" per capire che stiamo parlando della Aston Martin DB5 disegnata dalla Carrozzeria Touring di Torino e resa famosa in tutto il mondo dai film di 007 "Goldfinger" e "Thunderball" ("Operazione Tuono" in italiano).

Per chi potrà permettersela, la coupé color argento metallizzato guidata da Sean Connery e costruita nello stabilimento di Newport-Pagnell nel 1965, sarà messa all'asta da Sotheby's a Monterey (California) il prossimo 15 agosto.

La sportiva britannica, con tutti i suoi "supergadget" perfettamente funzionanti e restaurati, è uno dei tre esemplari utilizzati per le riprese dei film di James Bond acquistati all'epoca dalla casa di produzione Eon Productions.

L'esemplare pronto per l'asta monomarca di Aston Martin è stata venduta nel 1969 quando le DB5 lasciarono il posto ad altri e più aggiornati modelli nei film di 007. La DB5 telaio 2008/R fu acquistata dal noto collezionista inglese Lord Anthony Bamford, che la venderà qualche anno più tardi a B.H.Hatchley, proprietario dello Smokey Mountain Car Museum di Pigeon Forge, Tennessee.

Esposta come pezzo forte della collezione, l'Aston Martin rimarrà protetta per oltre 35 anni, fino al nuovo acquirente. Ceduta a Sotheby's nel 2006 in stato di esemplare conservato, la DB5 inizierà un lungo periodo di restauro presso la svizzera Roos Engineering, una delle 13 officine ultraspecializzate riconosciute dalla casa britannica come parte della rete di Heritage Specialists ufficiale.


Guarda il video sulla Aston Martin DB5 di James Bond (Simon Clay © 2019 Courtesy of RM Sotheby's)


Alla vigilia dell'asta esclusiva del 15 agosto, la DB5 si presenta perfettamente restaurata in ogni minimo dettaglio. Con tutte le 13 modifiche studiate dall'MI6 e dall'agente 007 (e realizzate dal mago degli effetti cinematografici John Stears) perfettamente funzionanti e riportate ai giorni delle riprese di "Goldfinger".

Gli esperti di Sotheby's stimano la vendita della DB5 ad un prezzo variabile tra i 4 e i 6 milioni di dollari.

Le caratteristiche tecniche della Aston Martin DB5 del 1965

Motore: cilindrata 3.995 cc, 6 cilindri in linea

Potenza: 286 Cv

Peso: 1,502 Kg

Velocità massima: 233 Km/h

© Riproduzione Riservata

Commenti