Economia

Auto elettrica, quanto può crescere il mercato in Italia

Il numero di immatricolazioni nel nostro Paese è ancora inferiore a quello di altre realtà dell’Unione, ma ci sono le premesse per il boom

Nissan_Leaf

Giuseppe Cordasco

-

Annunciata ormai da tempo, il 2017 potrebbe essere davvero l'anno buono per la rivoluzione elettrica in Italia. E a conferma di come ormai ci siano tutti i presupposti per un vero e proprio boom dell'auto elettrica nel nostro Paese, ci sono numeri molto significativi. Innanzitutto una moderna rete di 180 colonnine a ricarica rapida che sarà installata proprio dal 2017 sulle autostrade italiane.

Poi una scelta sempre più ampia di vetture di nuova generazione con autonomie tra i 300 e gli oltre 600 chilometri, con modelli a propulsione elettrica che sono ormai pronti anche da noi a emanciparsi dal ruolo di semplici mezzi da città per assumere quello di vere e proprie macchine da famiglia.

Il gap con gli altri Paesi europei

Ma se queste sono le prospettive, al momento però non possiamo non fare i conti con un numero di immatricolazioni che resta ben al di sotto di quello fatto registrare ad esempio in Francia, Germania e Regno Unito, dove si raggiungono quote di mercato per le auto elettriche  rispettivamente del 2,57, 2 e 1,43 per cento. In Italia invece, al momento, ci dobbiamo accontentare di percentuali che oscillano tra lo 0,1 e lo 0,2%.

Un po' meglio vanno le cose invece se si considerano le auto ibride che secondo gli ultimi dati di mercato del mese di agosto riescono ad arrivare ad una quota di mercato pari al 3,1 per cento. C'è dunque molta strada da fare, ma come detto, le premesse, quantomeno logistiche, potrebbero essere più che positive, e le potenzialità sono enormi, visto che anche solo raggiungere gli attuali livelli di vendita dei nostri partner europei vorrebbe dire ottenere una crescita esponenziale.

Le auto più vendute

Interessante tra l'altro è anche dare un'occhiata a quelle che sono le vetture elettriche che al momento conquistano di più il gradimento degli automobilisti italiani. Secondo le ultime rilevazioni di mercato relative ad agosto, al momento in testa, e forse non poteva essere altrimenti, c'è la Nissan Leaf.

Stiamo parlando infatti dell'auto elettrica più venduta al mondo e che proprio in questi giorni sta lanciando sul mercato una nuova versione che potrebbe divenire ancora più appetibile per i consumatori, rilanciando in questo modo anche in Italia le vendite. A seguire ci sono poi la Renault Zoe e la Tesla Model S.

A questo proposito, è opportuno rilevare poi che a ostacolare la diffusione delle elettriche in Italia c'è anche il loro prezzo elevato. Mediamente infatti, al momento, la versione elettrica di una qualsiasi vettura può arrivare a costare anche il doppio della stessa ad alimentazione tradizionale.

Per rendere quindi realmente accessibile ai grandi numeri un mercato della mobilità elettrica pronto ormai a fare il grande salto, potrebbe forse essere indispensabile che anche in Italia ci sia l'attivazione di incentivi statali, così come d'altronde già avvenuto in altri Paesi europei.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tesla Model 3, consegnati i primi modelli dell'elettrica low cost

Mobilità elettrica: la conferenza nazionale a Milano

A "e_mob" il dibattito sul tema e la proposta di una piattaforma metropolitana con un focus sulle best practice politiche degli enti locali

Commenti