Economia

Auto diesel Euro6: solo una su quattro rispetta i limiti all'inquinamento

Le case automobilistiche le difendono, ma le vetture a gasolio spesso emettono su strada più ossidi di azoto di quanto dichiarato. Un'indagine esclusiva

Guido Fontanelli

-

Le case automobilistiche difendono le vetture diesel Euro 6 sostenendo che non inquinano affatto e che sono vittima di una demonizzazione ingiustificata. Ma un’indagine di Panorama sui dati della società indipendente di ricerche Emissions Analytics rivela una realtà ben diversa: circa un quinto delle auto diesel Euro6 prodotte negli ultimi anni supera di oltre 6 volte i limiti di emissioni inquinanti previsti dagli standard europei.

Emissions Analytics è una società inglese che effettua ogni anno test in condizioni di guida reali con analizzatori di gas all’avanguardia su centinaia di auto, coprendo oltre il 90 per cento delle vendite di autovetture. I test riguardano modelli a benzina, diesel, ibridi e ibridi plug-in e includono diversi gas emessi, in particolare gli ossidi di azoto (NOx), sostanze inquinanti che aggravano le condizioni dei malati di asma, dei bambini e di chi soffre di malattie respiratorie croniche o di malattie cardiache

Ogni test, viene spiegato nel sito del centro di ricerche, viene condotto secondo un metodo standardizzato per assicurare il carattere obiettivo e confrontabile dei risultati. I test non sono sovvenzionati dalle case automobilistiche o da altri soggetti interessati.

Oltre 800 modelli testati

Attualmente il sito presenta i risultati su consumi, emissioni di anidride carbonica e di ossidi di azoto di circa 800 autovetture: 445 montano motori con standard Euro6, che dovrebbero rispettare i più rigidi limiti alle emissioni. E di queste 445 auto, 230 sono a gasolio. 

Per aiutare gli utenti a individuare le auto più inquinanti, Emissions Analytics ha creato l’indice di qualità dell’aria Equa, che identifica i veicoli in base alle quantità di ossidi di azoto emessi in una scala che va da “A” (migliore) ad “H” (peggiore). Chi ottiene la valutazione “A” rispetta in pieno anche su strada i limiti previsti dallo standard Euro6; chi invece ha il voto “H” emette ossidi di azoto in quantità elevatissime, superiori di oltre 12 volte a quelle previste dalle norme. 

E veniamo ai risultati dell’analisi di Panorama: delle 230 auto diesel Euro6 testate, solo 60 (una su quattro) hanno ottenuto la valutazione “A” e rispettano quindi i limiti di emissioni di ossidi di azoto anche su strada. Mentre 44 producono emissioni di ossidi di azoto pari a oltre 6 volte i limiti previsti dalla normativa Euro6. In particolare, 24 modelli hanno ottenuto il voto “F”, cioè le loro emissioni di ossidi di azoto superano da 6 a 8 volte i limiti Euro6. Dodici vetture hanno invece una valutazione “G” cioè con emissioni di ossidi di azoto di circa 8-12 volte superiori ai limiti Euro 6: tra queste auto spiccano la Mercedes Cla 2.1 del 2017, la Nissan X Trail 1.6 del 2017, la Bmw Serie 2 Tourer 1.5 del 2016. 

Infine, gli ultimi della classe: otto vetture hanno preso il voto “H” che significa che superano di circa 12 volte o più i limiti di emissioni previsti dallo standard Euro6. Tra queste, la Fiat 500x 1.6 del 2015, la Nissan Qashqai 1.6 del 2016 e l’Infiniti Q50 2.1 del 2016. Da notare che tra tutte le  vetture Euro6 che hanno ottenuto le valutazioni più basse, la stragrande maggioranza monta motori diesel. A dimostrazione che i dubbi dei politici sulle auto a gasolio non sono del tutto ingiustificati. Ma va anche detto che le vetture che inquinano di più sono state prodotte prima del 2018: quelle recenti sono in genere più rispettose dell'ambiente.

Le auto diesel Euro6 che emettono più ossidi di azoto

Marca

Fiat

Modello

500X

Anno

2015

Cilindrata

1.6

Infiniti

Q50

2016

2.1

Nissan

Juke

2015

1.5

Nissan

Qashqai

2016

1.6

Peugeot

308

2014

1.6

Renault

Captur

2013

1.5

Ssangyong

Korando

2016

2.2

Subaru

Outback

2015

2.0

© Riproduzione Riservata

Commenti