amazon-sito-napoli
Quinn Rooney/Getty Images
amazon-sito-napoli
Economia

Amazon, la nuova frontiera del merchandising nel calcio

Il Napoli è la prima società di calcio al mondo ad aprire il suo store ufficiale sul sito di e-commerce, un'intuizione destinata a fare scuola

L'arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus non rafforza solamente la squadra bianconera bensì tutto il movimento del calcio italiano. L'asso portoghese porterà nuovo appeal ad una Serie A destinata a diventare più appetibile per il mercato estero, un fascino rinnovato del quale potranno beneficiare tutti i club. Oltre alle magliette di CR7 si prevede infatti che la nuova era del calcio italiano potrà portare nuovi estimatori anche per le avversarie della Juventus, un bacino d'utenza destinato ad alimentare anche il business del merchandising.

Per questo motivo diverse società stanno studiando vie alternative al commercio dei loro prodotti ufficiali, un settore destinato a crescere ulteriormente nei prossimi 12 mesi. Per rafforzare il mercato delle magliette e dei gadget i club stanno così cercando nuove piattaforme di vendita, esigenza che il Napoli ha risolto con un'intuizione destinata a fare scuola: il primo negozio ufficiale di una società di calcio su Amazon.

A darne l'annuncio è stato lo stesso club partenopeo sui social: "Siamo il primo club al mondo su Amazon". Tutta la nuova collezione delle divise azzurre sarà così acquistabile sul portale di e-commerce con sede a Seattle, scelta mirata a conquistare nuove fette di mercato. "Il lancio del negozio online su Amazon ha l'obiettivo poi di ampliare la collaborazione nel prossimo futuro anche al mercato Nord Americano. Il Napoli si colloca ormai stabilmente tra le prime 20 squadre del ranking Uefa, e può contare su oltre 40 milioni di tifosi e 120 milioni di simpatizzanti nel mondo. Per noi è molto importante metterli nella condizione di poter acquistare agevolmente i nostri prodotti e Amazon è straordinaria nella sua efficiente distribuzione e gestione degli ordini". 

Il modello del Napoli è destinato ad essere seguito al più presto da altre società di serie A, ingolosite dalla prospettiva di rendere più smart l'acquisto del merchandising fuori dai confini nazionali. Il mezzo milione di magliette vendute da Cristiano Ronaldo nelle prime 24 ore da juventino sono l'esempio pratico di come il mercato delle divise ufficiali sia diventato una fonte d'introito indispensabile per le società di calcio, una fonte d'entrate che rischia di superare quella degli ingressi allo stadio.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti